martedì 20 gennaio 2015

LIBRI: "Elena, Elena, amore mio" di Luciano De Crescenzo - OscarMondadori

Il protagonista della storia è il giovane Leonte, figlio di Neopulo, re di una piccola isola, uno dei tanti combattenti della guerra di Troia. Leonte è partito proprio nel periodo dell'ultimo atto del grande assedio alla città in cerca di notizie riguardo al suo genitore, scomparso da molti anni.
Giunto sulle spiagge nemiche in compagnia del maestro saggio Gemonide e di una piccola scorta reale, Leonte conoscerà molti dei guerrieri che dai greci vengono definiti eroi, molti dei quali però, dati i terribili saccheggi e stupri compiuti durante le battaglie, non sono ritenuti dal giovane degni di questo appellativo.
Come primo informatore Leonte trova il meschino e gobbo Tersite, che conosce molte persone in grado di dargli qualche notizia di suo padre. Prima lo manda da una principessa troiana e poi da una misteriosa ragazza residente nel grande palazzo di Priamo di nome Ekto. Quando Leonte la vede per la prima volta la scambia con Elena, moglie di Menelao, di bellezza pari alla dea Afrodite, rapita da
Paride per soddisfare i suoi capricci di principino viziato.
Durante gli incontri di Leonte si assiste alla ricostruzione delle cause della guerra di Troia e ai racconti dei re greci della vita dell'onesto Neopulo, gran cacciatore di cinghiali.
Leonte si innamora perdutamente di Ekto ma continua a chiamarla Elena; dopo alcuni incontri tuttavia, deve abbandonarla per pensare alla guerra e occuparsi di questioni più importanti. La situazione si rende ancora più difficile quando Patroclo, l'amante e amico più fidato di Achille, viene ucciso in battaglia da Ettore e sorge una contesa non solo per le sue armi, trafugate dal troiano, ma anche tra gli Dei dell'Olimpo che, schieratisi a favore dei greci o dei troiani, scendono sulla spiaggia di Troia per dare inizio a una furiosa rissa.
Leonte si reca di nuovo nella città per cercare la sua Elena, mentre sulla spiaggia si celebrano i giochi funebri in onore del defunto Patroclo.
Morto l'informatore Tersite per mano di Achille, e vinta la guerra di Troia per una ingegnosa trovata di Ulisse, Leonte trova suo padre Neopulo e torna felice con Ekto a casa,

Nessun commento:

Posta un commento

ciao. lascia il tuo commento, sarà pubblicato al più presto. grazie