domenica 23 agosto 2015

LIBRI: Dalla parte di Bailey di W. Bruce Cameron - Giunti

 
Toby è un piccolo cane randagio che vive con la mamma ed altri fratellini, insieme ai quali va alla ricerca di cibo e acqua e si nasconde alla vista degli umani. La mamma di Toby insegna ai suoi cuccioli come sopravvivere, finché un giorno gli uomini di un rifugio per animali abbandonati li catturano. Toby è felice di scoprire che le carezze degli umani sono in realtà molto piacevoli. Ma la sua vita da cucciolo dura pochissimo e Toby rinasce in una nuova cucciolata: ora è un cane di razza, un golden retriever, ma si ricorda bene della sua prima vita da randagio e appena può scappa. Viene salvato da una donna che si chiama semplicemente ‘Mamma’ e che lo porta in una grande casa bianca, dove abita un piccolo umano che si chiama Ethan. È amore a prima vista. Con Ethan, Toby impara a chiamarsi Bailey e ad essere amato. Vive avventure speciali fino quando muore per poi rinascere. Nella sua terza esistenza Toby-Bailey si chiama Emily, un bellissimo cane lupo poliziotto. È addestrato da Jakob a trovare le persone disperse, ma quando lo stesso Jacob resta ferito durante una missione, il cane viene affidato a Maya, una giovane poliziotta che vuole entrare a tutti costi nella squadra cinofila. Con Maya, Emily diventa un’eroina salvando un bambino: è allora questa la sua missione, quella di salvare vite umane? Ma anche Emily muore e rinasce come un labrador nero. Così Toby/Bailey/Emily inizia a porsi delle domande sul proprio destino, mentre viene maltrattato dalla sua nuova famiglia per poi essere abbandonato in campagna. È qui, in mezzo alla natura, che il cane scopre qual è il suo vero scopo nella vita…
Qual è il sogno di ogni padrone amante del proprio cane? Un cane che non muore mai: sarebbe semplicemente meraviglioso. Un cane che vive tante vite e se le ricorda tutte. Un cane che si domanda quale sia il suo scopo nella vita e cerca di trovarlo a tutti i costi. Leggere Dalla parte di Bailey lascia qualche speranza in più sulla vita e su tantissimi incontri che si fanno quotidianamente. Chi ama gli animali si domanda spesso quale sia il loro ruolo all’interno della nostra vita. Si pensa che siano fatti semplicemente per farci compagnia o renderci felici, il che dovrebbe già essere abbastanza, ma per una volta, evitando lo spudorato egocentrismo ˗ e non l’intelligenza superiore ˗ che ci distingue dagli altri esseri, possiamo vedere la realtà attraverso il loro punto di vista. Iniziamo a pensare come loro. Iniziamo a vederci come ci vedono loro. Ecco cosa fa W. Bruce Cameron nel suo romanzo: scrive da cane, portando il lettore ad entrare nell’universo dei cani. E, nonostante sulla quarta di copertina campeggi la frase: “Dalla parte di Bailey è stato definito il romanzo sui cani più divertente e commovente degli ultimi anni”, che potrebbe far pensare alla classica frase ad effetto che nasconde un’opera mediocre, il romanzo di Cameron non delude. È  scritto con entusiasmo e non è mai banale. Con la sua scrittura, Cameron riesce a trasportare il lettore in un mondo parallelo, dove ci si emoziona e ci si scopre complici di Bailey e dove domina la leggerezza, in un periodo in cui si sente sempre più il bisogno di leggere libri che riescano a farci evadere dalla quotidianità e a provocare semplici emozioni, senza tralasciare gli spunti di riflessione che si possono estrapolare dalle tematiche affrontate: amore, morte, reincarnazione, maltrattamenti sugli animali, amicizia. Un libro ironico, quindi, che non esclude la sensibilità e il senso della vita. Un libro che ha venduto milioni di copie, è stato tradotto in tutto il mondo solo grazie al passaparola e i cui diritti cinematografici sono stati già acquistati dalla Dreamworks,  la casa di produzione di Steven Spielberg. Un successo garantito.  - See more at: http://www.mangialibri.com/libri/dalla-parte-di-bailey#sthash.UoPcUs5X.dpuf

Nessun commento:

Posta un commento

ciao. lascia il tuo commento, sarà pubblicato al più presto. grazie