domenica 26 luglio 2015

LIBRI: "Gli anni perduti" di Vitalino Brancati - Mondadori

“Gli anni perduti” rappresenta una svolta decisiva nella produzione letteraria di Vitaliano Brancati: abbandonata l’ideologia fascista che lo aveva affascinato negli anni giovanili, lo scrittore siciliano matura una nuova concezione della scrittura, quella che poi caratterizzerà tutte le sue successive opere e che lo porterà ad affermarsi come uno dei più significativi romanzieri italiani del Novecento.
In questo racconto sono già presenti in nuce tutti gli elementi che saranno poi sviluppati nelle opere mature (su tutte, il “Don Giovanni in Sicilia”): la pungente ironia, la visione disincantata ed amara della vicenda umana, la forza dirompente dell’eros e, soprattutto, la raffigurazione di un’umanità oziosa e dolente, immobile eppure alla ricerca di uno slancio propositivo che non arriverà mai.

sabato 25 luglio 2015

LIBRI: Novelle Rusticane di Giovanni Verga - Mondadori

 
 Un arrampicatore sociale nelle vesti di reverendo, un lettighiere che vede il re da vicino, un asino che cambia padrone, una famiglia oppressa dal bisogno: figure di donne, di uomini e di animali della campagna catanese, osservate mentre vivono i loro più o meno grandi drammi quotidiani. Queste dodici novelle, alcune delle quali scritte come materiale per il “Mastro don Gesualdo”, ci conducono all’interno di un mondo dove la vita è regolata da bisogni economici e da rigide gerarchie sociali. Per aiutare a leggere meglio un testo che fa luce su una parte importante della nostra storia e del nostro paese, le novelle sono corredate da schede di esercitazione di vario tipo, che cercano di guidare gli studenti alla comprensione del contenuto e all’analisi della struttura narrativa e del lessico di ogni novella.

martedì 21 luglio 2015

VIDEO - la Via Crucis di Botero

La Via Crucis, o “via della croce”, è un rito che propone una riflessione sul percorso doloroso di Gesù Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota. Durante la Settimana Santa i cristiani pregano di fronte a quattordici immagini, dette “stazioni” della passione di Cristo. Le opere di Fernando Botero raccolte per l’esposizione “VIA CRUCIS la pasión de Cristo” rappresentano una svolta nella carriera dell’artista, senza per questo mettere in ombra il tratto originale e peculiare del linguaggio che lo ha reso famoso. Come spiega il critico d’arte Conrado Uribe, per la prima volta, nelle opere dell’artista fa incursione il dramma, ed è per questa ragione che il suo lavoro può essere considerato come un nuovo corso. Qui la continuità del vecchio si accompagna alle trasformazioni che arricchiscono e potenziano le opere e la loro interpretazione. Mutamenti importanti, senza dubbio, nella carriera dell’artista.

mercoledì 15 luglio 2015

FOTOGRAFIA: Il mio CAMMINO DI SAN FELICE - da Tusa a Nicosia - 09-12 luglio 2015

Dopo 2 anni che ho concluso il cammino di Santiago, ho affrontato un altro cammino nato nel 2013 e dedicato a San Felice. Il cammino si è svolto in 4 tappe:
Tusa (montagna) - Pettineo di 14 km,
Pettineo - Motta D'Affermo - Mistretta di 17 km,
Mistretta - Rifugio del Nibbio di 18 km,
Rifugio del Nibbio - Nicosia di 11 km, per un totale di 60 km.
Un trekking, un cammino, un pellegrinaggio, una esperienza di vita, fede, cammino.
Tutto questo è il Cammino di san Felice da Nicosia, così come è stato proposto, tracciato e vissuto dai Frati Minori Cappuccini di Nicosia.
Questa esperienza fino al 2013 era stata fatta solo come momento celebrativo in onore di San Felice da amanti delle cavalcate da Tusa a Nicosia a cavallo nel mese di agosto.
Dal 2013 un piccolo gruppo di camminatori ma soprattutto l’esperienza del 2014 hanno consolidato il pellegrinaggio a piedi nei luoghi di San Felice .. dal titolo “Sui passi di San Felice..custodiamo il creato”.
Il cammino è stato guidato spiritualmente da Fra Salvatore Seminara con l’assistenza tecnica, fotografica e pastorale di salvatore Lo Sauro, fedele e guida sia turistica che escursionistica che cura la definizione degli itinerari, inoltre ci ha fatto compagnia come apri pista un'asina docilissima che guada caso si chiama felicina.
Il percorso ricalcando in parte uno dei percorsi del pellegrinaggio a cavallo quindi da Tusa- Pettineo-Motta D’Affermo-Mistretta-Rifugio del Nibbio-Nicosia.. si affronta in 4 giorni intensi di cammino e percorrendo oltre 60 km.
Si è partiti da Tusa, dall’ex convento dei cappuccini dopo la meditazione e la colazione.. lasciandosi dietro il mare e passando dal monumento di San Felice alle porte di Tusa, ci siamo inoltrati nel bosco per poi scendere in direzione Pettineo dove abbiamo cenato e dormito presso il convento dei cappuccini.
Nella seconda tappa del cammino abbiamo proseguito per Motta D’Affermo e nel pomeriggio per Mistretta.
La terza tappa ci ha portato dentro i Nebrodi con scenari mozzafiato sino al Rifugio del Nibbio.
L’ultima giornata ci siamo diretti verso la meta, Nicosia.. nel cuore di San Felice!
Nel percorso.. scenari e panorami indimenticabili che vanno dalle isole eolie, alle Madonie ai Nebrodi.. che hanno riempito gli occhi ed i cuori di meraviglia e gratitudine. Il tema generico del percorso “la custodia del creato”.. richiama non solo all’importanza di proteggere e rispettare l’ambiente circostante in un momento storico dove è in corso un’autodistruzione del pianeta, (tema recentemente e più volte preso da Papa Francesco)..ma ci ha dato l’occasione di intendere la custodia del creato come davvero un atteggiamento del cuore verso tutto ciò che Dio ha creato..e quindi anche e soprattutto verso l’uomo.
Lungo il cammino questa esperienza molto intensa infatti diventa una condivisione di fatica e di fraternità dove si impara ad ascoltare gli altri ed a sintonizzarsi coi passi del compagno di viaggio.. schiudendo chilometro dopo chilometro lo sguardo alla contemplazione ed alla gioia per le piccole cose, per la natura, per il dono dei fratelli ed anche per le piccole difficoltà che hanno reso appagante ogni sforzo.
1^ tappa del Cammino di San Felice - da Tusa a Pettineo - 09 luglio 2015






























































































































2^ tappa del Cammino di San Felice - da Pettineo a Mistretta - 10 luglio 2015 





































































 3^ tappa del Cammino di San Felice - da Mistretta al Rifugio del Nibbio - 11 luglio 2015























































4^ tappa del Cammino di San Felice - dal Rifugio del Nibbio a Nicosia - 12 luglio 2015