venerdì 26 agosto 2016

LIBRI: Le cicale 2008 di Gino & Michele e Matteo Molinari - Edizione Kowalski



La ormai consueta, biennale raccolta di battute, frasi a effetto, aforismi, e chi più ne ha più ne metta, che gli autori compilano da quasi vent’anni, ormai.
Alcune delle quali provenienti dai lettori dei volumi precedenti della serie.
Poco da dire, se non citare quelle che, per un motivo o per l’altro, mi hanno colpito maggiormente:
"Per prima cosa il medico mi diede la buona notizia: avevo una malattia che avrebbe preso il mio nome." (Steve Martin, attore statunitense, 1945-)
"Vivi come se dovessi morire domani e pensa come se non dovessi morire mai." (Moana Pozzi, pornostar italiana, 1961-1994)
"La parte della leggenda è facile. E’ la parte del vivente che è dura" (Keith Richards, chitarrista dei Rolling Stones, inglese, 1940-)
"Quand’ero ragazzo pregavo ogni notte per avere una bicicletta nuova. Poi ho capito che con il Signore le cose non funzionano in questo modo. Così ho rubato una bici e poi gli ho chiesto perdono." (Emo Philips, attore comico statunitense, 1956-)
"Io sono sardo, mia moglie russa. Ma anch’io non scherzo." (Lucio Salis, attore comico sardo, 1947-)
"Scrivere a proposito di musica è come danzare a proposito di architettura." (Elvis Costello, cantante inglese, 1954-)
"Chi ha la mania di guardare le coppiette lo chiamano “guardone”. Sono preoccupato: come chiameranno mio figlio, che ha la mania di cogliere fiori?" (Gianpiero Casoni, lettore)
"Il mio grado di istruzione è la causa per cui la mia fidanzata cinese mi ha lasciato. Ripeteva sempre: “Tloppo colto! Tloppo colto!”" (Roberto Basso, lettore)
"«Ci sono due posti dove, soprattutto, amo essere baciata.» «Quali?» «Venezia e Sorrento.»" (Gino & Michele)
"Ho sempre pensato che la musica fosse più importante del sesso. Poi mi sono accorto che, se non ascoltavo una sinfonia per un anno e mezzo, non è che m’importasse più di tanto." (Jackie Mason, comico statunitense, 1936-)
"Ma se Giuliano Ferrara è il direttore del Foglio, quanto cazzo peserà il direttore del Giornale?" (Franco Kappa, lettore)
"Lui sposa lei perché lo ama. Lei ama lui perché la sposa." (Jean Paul, scrittore tedesco, 1763-1825)
"Berlusconi odia i comunisti, ma sotto sotto anche il suo cuore batte a sinistra." (Camillo Canovi, lettore)
"Ogni ghianda può pensare di diventare quercia. Ma nella realtà il 999 per mille delle ghiande serve di pasto ai maiali." (Antonio Gramsci, politico e filosofo italiano, 1891-1937)
"Certo che ho una vita sessuale. Non sono mica monco." (Lorenzo Bosio, lettore)
"Il cattolicesimo? Che dire di una religione che fa del sesso un’azione peccaminosa e santifica l’atto di bere alcool?" (Anonimo)
"Perché le foto sono quadrate, se l’obiettivo è rotondo?" (Steven Wright, comico statunitense, 1955-)
Concludendo con le più belle in assoluto:
"Io non credo alla malafede degli arbitri. Io credo che loro siano realmente juventini." (Giorgio Melazzi, attore di Bellagio)
"L’uomo è l’unico animale che arrossisce, ma è anche l’unico ad averne motivo." (Mark Twain, scrittore, umorista ed aforista saccheggiato in queste raccolte, 1835-1910)
Menzione speciale per la n. 1952: non soltanto è il mio anno di nascita, ma è anche una delle battute più belle e più “vere”.
"Potessi tornare indietro farei l’analfabeta. Avrei donne e successo politico" (Oreste del Buono, giornalista, scrittore e critico, nativo dell’isola d’Elba, 1923-2003)

Nessun commento:

Posta un commento

ciao. lascia il tuo commento, sarà pubblicato al più presto. grazie