domenica 11 dicembre 2016

LIBRI: Pazzità di Bindi Cataldi Cavallaro Ciaramitaro Corvaia Lupo Maraschi Pintacuda Santoro - Navarra Editore


Stili personalissimi e sofisticati, risvolti imprevisti e tragici, umorismo tagliente, analisi dei rapporti interpersonali e dei legami familiari, atmosfere surreali, solitudini e mal di vivere che muovono verso il sogno e la speranza: una raccolta di racconti per dar voce all'assurdità del reale.

Maria Luce Bondì, Sergio Cataldi, Nicolò Cavallaro, Antonio Ciaramitaro, Marco Corvaia, Franz Lupo, Mauro Maraschi, Tonino Pintacuda e Claudio Santoro sono nuove voci palermitane che hanno scelto la forma del racconto, realizzando istantanee che dal loro spazio limitato invitano a riflessioni, denunce e visioni più ampie.


Pazzità. “Non esiste, non è italiano”, è quello che ci siamo ritrovati a pensare in redazione quando questa parola è saltata fuori, ragionando sui possibili titoli da dare a questa raccolta di racconti. Molte delle storie che vengono narrate sembrano assurde, e degli scrittori – come degli artisti in generale – si dice spesso che son tutti pazzi. Pazzia, assurdità: pazzità. L’abbiamo scelta perché nell’essere un neologismo risulta affine al primo degli elementi di raccordo di questi autori: essi sono nuovi, inediti, emergenti.

Nessun commento:

Posta un commento

ciao. lascia il tuo commento, sarà pubblicato al più presto. grazie