lunedì 20 marzo 2017

Il Cineforum al Moltivolti di via Giuseppe Mario Puglia 21 a Palermo - queste le date: MARTEDÌ 21 MARZO -Fuocoammare; MARTEDÌ 4-APRILE -Hotel Rwanda; MARTEDÌ 18 APRILE -Immagine dal vero

L'immagine può contenere: 6 persone
Dettagli
Eco Internazionale, in collaborazione con Moltivolti, inizia la sua attività proponendovi un interessante cineforum con 4 importanti film, 2 italiani e 2 internazionali. Qui sotto potete trovare delle piccole recensioni che vi introdurranno alle pellicole. Vi aspettiamo per una serata all'insegna del cinema presso Moltivolti, non mancate!


MARTEDÌ 21 MARZO

-Fuocoammare (2015)


“Fuocoammare” racconta lentamente un amaro parallelismo tra la vita isolana di Lampedusa e la quasi vita dei migranti che approdano sulle sue coste. Un dramma tutto italiano – ma sentito solo da una parte degli Italiani – che merita delle riflessioni doverose, anche fortemente critiche, sull’importanza dell’accoglienza per coloro ai quali non rimane altro che la speranza o la fortuna di sopravvivere durante e oltre il viaggio in mare. Comprendere il fuoco al mare – utilizzato per descrivere la tempesta – passa soprattutto dall’immedesimazione in una realtà distante anni luce e qualche chilometro allo stesso tempo. L’opera di Rosi riesce perfettamente in questa missione emotiva e di mobilitazione sociale, stavolta non per una problema locale o una difficoltà amministrativa e burocratica, ma solo e semplicemente per la Vita.

Recensito nel nostro sito da Daniele Monteleone


MARTEDÌ 4-APRILE

-Hotel Rwanda (2005)


E’ il genocidio del 1994 l’evento storico che costituisce il grande background della pellicola. I fatti storici: da prima che il Rwanda vivesse il periodo di colonizzazione belga, la popolazione si divideva tradizionalmente negli allevatori e proprietari terrieri, i Tutsi, e in agricoltori, gli Hutu. Il film narra la storia – realmente accaduta – di un direttore di un hotel della catena Sabena, l’africano Paul Rusesabagina (interpretato da uno straordinario Don Cheadle, non a caso candidato all’Oscar). Il protagonista non è per nulla acclamato dal regista come un eroe ma è mostrato come un uomo normale che non può vedere morire dei connazionali, quelle 1268 persone che è riuscito a trarre in salvo e nascondere nel suo albergo. La storia è di quelle di un Africa che non interessa a nessuno, dalla stampa agli studi storici più basilari. Mentre un milione di persone veniva trucidato, il mondo era in silenzio, i Caschi blu a casa, e la sensazione più intima che si potrebbe provare – anche con un minimo di riflessione – è quasi la vergogna di ritrovarsi occidentali alla conoscenza di questi eventi. La colpevolezza non dovrebbe essere tanto quella di aver fatto poco – o troppo, a seconda delle interpretazioni – bensì di aver dimenticato facilmente un così grave fallimento umano.

Recensito nel nostro sito da Daniele Monteleone


Per chiudere in bellezza:

MARTEDÌ 18 APRILE

-Immagine dal vero (2016)


“Immagine dal vero” dà voce a chi è riuscito a sopravvivere alla giungla della nostra società. All’interno del Piano Azione Coesione “Giovani no profit” promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Dipartimento della Gioventù e dal Servizio Civile nazionale, l’Associazione Anteprima ha avuto la possibilità di approfondire il tema dell’immigrazione attraverso un nuovo approccio ossia quello dell’incontro diretto con giovani immigrati.

Lo scopo del “film-documentario” come lo ha definito lo stesso regista Luciano Accomando vuole essere quello di offrire sia un’occasione di lotta contro i pregiudizi, ma anche un vessillo di speranza per tutti coloro che stanno affrontando ancora un percorso di ricerca in questa terra. Nell’intento di mostrare gli immigrati come risorsa il regista denuncia il mancato controllo ed intervento istituzionale. L’argomento è stato, negli ultimi mesi, parecchio condiviso dalla regione Sicilia e soprattutto promosso dall’Università degli studi di Palermo all’interno del ciclo di incontri della IX edizione “Le giornate dell’economia del mezzogiorno” dove è stata dedicata un’intera giornata al tema “Conoscere e governare l’immigrazione” con la partecipazione di coordinatori come Farhat Ben Soussi (Console di Tunisi a Palermo), Delfina Nunes (Presidente consulta delle culture di Palermo) e tante altre personalità tra cui esponenti dell’Istat che hanno fatto un punto sulla situazione attuale, drammatica ed in continua crescita.

Recensito nel nostro sito da Simona Di Gregorio


A seguire sarà piacevole avere un dibattito con tutti voi spettatori!

Nessun commento:

Posta un commento

ciao. lascia il tuo commento, sarà pubblicato al più presto. grazie