sabato 27 maggio 2017

27 maggio - L'Università è di moda. Sfilata omaggio a Tristano e Isotta Organizzato da Wedding Style Palazzo Steri Piazza Marina, 90133 Palermo

L'immagine può contenere: una o più persone
La moda entra per la prima volta nel luogo simbolo della cultura d’eccellenza di Palermo, Palazzo Steri sede del Rettorato dell’Università. Modelle professioniste di Milano, Catania e Palermo, indosseranno le collezioni primavera estate di noti marchi siciliani: Atelier Gigante, Daniela Cocco, Dress, Donna Più, DueRRuote, Figure, Gaia, ittassivuci, Leone Calzature, La Vie en Rose, Loredana Lombardo, Madì Creazioni, Quartararo Calzature, Sailor, Vuedu.

Il progetto “L’Università è di moda” è nato dalla collaborazione tra l’Università e Confcommercio Palermo, portato avanti grazie alla volontà del rettore Fabrizio Micari e della presidente Patrizia Di Dio, per avvicinare gli studenti universitari al mondo della moda e delle attività produttive in genere. Gli studenti del Corso di laurea di Disegno Industriale, coordinati dal professore Dario Russo, e del Corso di Laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo (Dams), coordinati dal professore Salvatore Tedesco sono stati coinvolti in tirocini e percorsi formativi specifici, in aziende associate alla associazione Stilisti e marchi moda. Sfileranno in passerella alcuni prototipi accanto alle collezioni dei professionisti.

Il filo conduttore dell’evento, volto a celebrare l’economia della bellezza ed organizzato da Rosi De Simone Eventi, è la storia di “Tristano e Isotta, Amor cortese, suggestioni medievali”, riprodotta nella terza trave di legno del tetto dell’aula magna di Palazzo Steri. A questa leggenda si ispira la serata condotta da Cinzia Gizzi, e allietata da momenti di spettacolo in linea con l’atmosfera medievale in cui sarà immerso il pubblico presente, con la complicità degli attori del Circ'Opificio, scuola di circo e arti performative. Monia Arizzi e Licia Raimondi introdurranno i due spazi dedicati agli studenti della facoltà di Architettura e del Dams. Una cornice dorata, grande quanto il portone d’ingresso di Palazzo Steri, permetterà al pubblico di passare simbolicamente dal presente al passato, in un’atmosfera di medioevo Preraffaellitico.

Gli artisti rappresenteranno tableau vivant con abiti medievali su trampoli, in una sfera di cristallo, con maghi e una donna con piccole fiamme e una coppia di acrobati, quasi giullari che riproporranno i giochi delle antiche corti. Anche la passerella, con dei posing, o statue viventi, rivivrà lo stesso mood, sotto la regia moda di Marika Messina.

Nessun commento:

Posta un commento

ciao. lascia il tuo commento, sarà pubblicato al più presto. grazie