venerdì 16 giugno 2017

17 e 18 giugno - L'oggetto mediatore in danzamovimentoterapia la metodologia Fux · Organizzato da Arti terapie Artedo Palermo Catania Messina pin Nascondi la mappa Via Sammartino, 140, 90141 Palermo PA, Italia

L'immagine può contenere: 1 persona
L’OGGETTO MEDIATORE IN DMT LA METODOLOGIA FUX: MODALITÀ OPERATIVE E POSSIBILI APPLICAZIONI per HANDICAP PSICHICO

Si svolgerà a Palermo, nei giorni sabato 17 e domenica 18 Giugno 2017, in via Sammartino 140 Palermo, il laboratorio di danzamovimentoterapia che verrà condotto dalla Dott.ssa Simona Zaccagno.

Di seguito l’abstract del laboratorio

L'uso degli oggetti, è essenziale per mobilizzare il corpo e per sensibilizzarlo. Si usano spesso materiali di recupero dei quali si può danzare la forma, il colore, si può conoscerli attraverso il tatto, ascoltare il loro rumore. In questo modo si coinvolgono tutti i sensi per conoscere l'oggetto, in modo da arrivare a poter danzare le sensazioni e le emozioni provate in relazione all'oggetto.

Alle volte Maria Fux lavora con l'elastico per esempio, per esplorare l'estensione e la ritrazione di tutto il corpo, di una parte o di un intero gruppo che si unisce attraverso gli elastici; utilizza il bastone, oppure la sedia, i fogli di carta colorata, le stoffe, i palloncini.

"L'uso dell'oggetto ha una duplice funzione: conoscere un'esperienza attraverso i sensi; sentire, attraverso l'oggetto che media, le emozioni che si provano, i limiti, l'affettività, la dolcezza e l'aggressività, comunicandole attraverso la danza.”

Quello che è certo è che il conduttore ha la responsabilità di guidare il percorso di incontro con l'oggetto dall'inizio alla fine, altrimenti l'utente sarebbe lasciato troppo a se stesso e alle sue pulsioni indistinte, rischiando così di sperimentare una grande confusione...l’incontro perderebbe il suo valore terapeutico e riabilitativo. Quindi la modalità con cui si guida il gruppo diventa fondamentale in questo tipo di approccio, perché il gruppo si affida completamente alle suggestioni indotte dal terapeuta. Nel corso del laboratorio verrà fatta esperienza delle modalità operative del setting danzaterapeutico che caratterizzano le finalità preventivo/integrativa, educativo/riabilitativa e psicoterapeutica. Verrà poi posta l’attenzione sulle possibili applicazioni dell’utilizzo dell’oggetto mediatore in danzaterapia nell’ambito dell’handicap psichico in particolare.

Per info ed iscrizioni:
contattare la dott.ssa Sidoti Marianna
Tel. 3289113277
E-mail: at.arcobaleno@libero.it
FB: artiterapie l'arcobaleno
FB: artedo palermo catania messina
*la segreteria è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 19:00

Nessun commento:

Posta un commento

ciao. lascia il tuo commento, sarà pubblicato al più presto. grazie