giovedì 29 giugno 2017

Musica, teatro e tradizione: la Stagione estiva del Teatro Biondo a Villa Filippina


Un ampio spazio all'aria aperta, un palco e le sere d'estate: parte la stagione estiva del Teatro Biondo di Palermo, che da sabato 8 luglio a sabato 5 agosto si "trasferisce" a Villa Filippina in piazza San Francesco Di Paola con spettacoli di qualità che uniscono musica e teatro.

Un mese di intrattenimento (visualizza il cartellone estivo) che, seguendo la linea trasversale seguita negli ultimi anni dalla nuova direzione, offre un programma leggero ma allo stesso tempo ricco di temi e di spunti per riflettere sull’attualità.

Si comincia sabato 8 e domenica 9 luglio alle 21 con "Il Trionfo di Rosalia", un omaggio alla Santuzza in vista del Festino che vede impegnati Salvo Piparo e Costanza Licata nel riadattamento di un testo di Salvo Licata. Le musiche dello spettacolo, eseguite dal vivo dagli autori, sono di Francesco Cusumano, Irene Maria Salerno e Davide Velardi, le coreografie di Virginia Gambino.

Si prosegue dal 18 al 30 luglio con "Il curriculum di Dio", racconto divertente di Jean-Louis Fournier adattato per il teatro dal regista Alfio Scuderi e da Paride Benassai che lo interpreta insieme a Maurizio Bologna. Arricchiscono lo spettacolo le musiche degli Akkura, del trio di Lello Analfino e di Alessandro Bondì. I musicisti si esibiranno insieme la sera della prima, mentre si alterneranno sul palcoscenico durante le repliche.

Martedì 1 agosto è la volta di uno spettacolo che si muove tra musica e racconto: "Mimì – Quando Modugno non era ancora Mister Volare - Storie, parole e canzoni di un uomo del Sud" di e con Mario Incudine, con la regia di Moni Ovadia e Giuseppe Cutino e con i testi di Sabrina Petyx. Lo spettacolo annoda diversi momenti della vita del cantante, raccontando la storia chi era prima che diventasse il più popolare cantante italiano.

L'estate del Biondo si concluderà venerdì 4 e sabato 5 agosto con la Banda Osiris e le sue "Dolenti Note", un ironico viaggio musical-teatrale ai confini della realtà. Una girandola senza sosta di gag musicali, un inno all’amore per la musica travestito da manuale per "evitare" i musicisti e il loro gramo mestiere ma anche un antidoto contro le false speranze del musicista fai-da-te.

L'abbonamento a 4 spettacoli nel primo settore costa 50 euro, secondo settore 40 euro. Singoli biglietti nel primo settore al costo di 18 euro intero, 15 euro ridotto, mentre secondo settore 14 euro intero, 12 euro ridotto. I giovani under 25 pagano 10 euro, mentre i bambini entro 12 anni 8 euro.

Biglietti e abbonamenti acquistabili al botteghino del Teatro Biondo, in via Roma 258 (da martedì a sabato ore 10-13 e 16-19, domenica ore 9-12 e 16-19, telefono 091 7434341) o al botteghino di Villa Filippina, aperto due ore prima degli spettacoli. I biglietti sono anche acquistabili online su Circuito Ticketone. Per tutte le informazioni è possibile telefonare al 091.7434341 o consultare il sito web del Teatro Biondo
fonte: Balarm.it

Nessun commento:

Posta un commento

ciao. lascia il tuo commento, sarà pubblicato al più presto. grazie