martedì 12 giugno 2018

il 13, 20 e 27 giugno alle 21, a ingresso gratuito - Ridere, ridere e ridere ancora: a Sanlorenzo debutta “Risate a buon Mercato”, il laboratorio comico dove i più amati comici palermitani, dopo i successi di Sicilia Cabaret, si mettono in gioco per sperimentare nuovi pezzi, nuove battute, personaggi inediti e linguaggi originali, Sanlorenzo Mercato Via San Lorenzo 288, 90146 Palermo

L'immagine può contenere: 18 persone, persone che sorridono, persone in piedi e testo
Ridere, ridere e ridere ancora: a Sanlorenzo debutta “Risate a buon Mercato”, il laboratorio comico dove i più amati comici palermitani, dopo i successi di Sicilia Cabaret, si mettono in gioco per sperimentare nuovi pezzi, nuove battute, personaggi inediti e linguaggi originali. Pezzi da 90 e talenti emergenti tutti insieme in un ciclo di tre serate imperdibili - il 13, 20 e 27 giugno alle 21, a ingresso gratuito - nel grande palco esterno nel giardino del Mercato.

A fare da padrone di casa, un veterano dei palchi comici non solo siciliani: Ivan Fiore (il “suki” di Sicilia Cabaret e non solo) che fa da instancabile spalla ai suoi colleghi: Matranga e Minafò , Daniele Vespertino, Ai I 4 gusti, I Badaboom, Lupetto, Akiz Fang Page, Roberto Pizzo, Chris clun, Dalila Pace, I Respinti, Li Vigni & LiVigni, Blues Sisters, il “rocker” Antonio Balistreri, Vittorio Barbera, Taglio netto - Marcello Velardii, lo “scarafaggio” Davide Tusa, Vito Bellavita, Ciccio Librera, Claudione&Peppino, Simone Riccobono e altri ancora.

Tre serate speciali in cui tutto può succedere, quando la comicità esplora formule nuove e gli scambi tra i comici danno vita a sketch esilaranti, interazioni col pubblico, ospiti inattesi e improvvisazioni.

lunedì 11 giugno 2018

dal 14 giugno al 04 novembre 2018 - Tabula Rasa | mostra fotografica di Ezio Ferreri Organizzato da Galleria X3 in via Catania, 35 e via Alloro, 129 a Palermo

L'immagine può contenere: testo
Mercoledì 13 giugno Galleria X3 inaugura ‘Tabula Rasa’ di Ezio Ferreri, una grande mostra con doppio spazio espositivo e doppia inaugurazione: alle ore 17:30 in via Catania, 35 e alle ore 21:00 in via Alloro, 129. Evento collaterale di MANIFESTA12, biennale nomade europea di arte contemporanea.

La mostra, a cura di Emilia Valenza e Ida Parlavecchio, autrici anche dei testi critici, con l’allestimento di Agnese Giglia, contiene una selezione di fotografie di grandi dimensioni (fino a 1x2 metri) realizzate con banco ottico a foro stenopeico, su pellicola formato cm 6x12 (pellicole per diapositive scadute e sviluppate in cross process), che raccontano il post-paesaggio urbano in Sicilia: le metamorfosi che il paesaggio rurale e urbano ha subito negli ultimi cinquant’anni la spinta invasiva di una edificazione selvaggia, incontrollata, abnorme e ingiustificata. Non-luoghi introiettati dalla nostra cultura visiva, spazi affogati, incompleti, violati dal cemento che ha in qualche modo espropriato il terreno alla natura e si moltiplica come un cancro a cui non si riesce ad opporre resistenza alcuna.

Tabula rasa ha un duplice significato, da un lato rappresenta la constatazione di quello che sta avvenendo per opera dell’uomo, cioè l’annientamento dell’ambiente naturale distrutto metro dopo metro dal cemento sempre più presente; dall’altro lato è anche un auspicio, un desiderio, una prospettiva utopica di rinascita attraverso una presa di coscienza che porti all’abbattimento totale delle costruzioni abusive, inutili per l’uomo, dannose per l’ambiente e offensive per la vista, facendo tabula rasa di pilastri in cemento armato, muri senza intonaco, condomini in aperta campagna, villette condonate sulla battigia, ecomostri privati e pubblici mai portati a compimento.

EZIO FERRERI | BIO
Ezio Ferreri [1955] fotografa dall’inizio degli anni ’70. Ha esposto in Italia e all’estero partecipando a mostre collettive a Madrid, Rio de Janeiro, Arles, Milano e Londra; tra le principali mostre personali: ‘I fantasmi del Belìce’ (Salemi 2018, in corso), ‘In Sicilia. Cronache del paesaggio ultimo’ (Sofia 2014, Palermo 2015, Salemi 2015, Racalmuto 2016), ’Miniere di Sicilia’ (Gibellina, 2013), ‘I fantasmi di Poggioreale/Ritorno alla vita’ (Poggioreale, 2012), ‘I luoghi’ (Gibellina, 2012), ‘Metropolis/ Sao Paulo’ (Palermo, 2010), ‘Trazas de juegos sobra de antigua piedras’ (Buenos Aires, 2000), ‘I fantasmi di Poggioreale’ (Palermo, 1999-2000), ‘Gelatine’ (Palermo, 1996), ‘I teatri di Palermo’, ‘La condizione degli emigrati italiani’ (Frankfurt am Mein, 1973). Ha pubblicato libri di fotografia, e ha realizzato le fotografie per numerose pubblicazioni. Vive e lavora a Palermo. È docente di ‘Fotografia’ all’Accademia di Belle Arti di Sassari.

---------------------------------------------------------------
INFO:
titolo Tabula Rasa
fotografo Ezio Ferreri
curatrici Emila Valenza, Ida Parlavecchio
allestimento Agnese Giglia
progetto grafico Paolo Di Vita
doppia inaugurazione
mercoledì 13 giugno 2018,
ore 17:30 via Catania 35
ore 21:00 via Alloro 129
dove [due spazi espositivi]
GALLERIA X3 | Via Catania, 35 - Palermo
MAGAZZINI | Via Alloro, 129 - Palermo
durata 14 giugno | 4 novembre 2018
orari mar/sab 10:30 - 13:00 / 17.30 - 20:00
chiuso lun/dom
ingresso libero
info Galleria X3, via Catania 35, Palermo | www.galleriax3.org


UFFICIO STAMPA
Rossella Puccio
rossellapuccio@hotmail.com

venerdì 8 giugno 2018

26 maggio - 10 giugno 2018 - Fiera Campionaria del Mediterraneo 2018 a Palermo


Siamo lieti di annunciare la 67° edizione della #FieraCampionaria!

Una delle fiere storiche italiane, con 70.000 di superficie tra padiglioni ed aree espositive esterne. La Fiera Campionaria è un punto di interesse commerciale per gli espositori provenienti da tutta Europa. Un’ampia area verrà dedicata allo shopping, un’altra dedicata al food. Saranno inoltre presenti automobili, barche, arredo giardino e grande attenzione verrà data all’arredo casa e complementi.
Aperta tutti i giorni dalle 16 alle 24. Tutte le domeniche e il 2 Giugno dalle ore 10 alle 24.

CONVENZIONE PARCHEGGI
Medifiere e i suoi Partner offrono una convenzione che garantisce speciali agevolazioni per l‘Area Parking  sito in via M. D’amelio 9. Clicca il pulsante in basso per ulteriori informazioni in merito.

giovedì 7 giugno 2018

Dal 9 al 10 giugno 2018 - Arrostito, nella pasta e pure sotto forma di salsiccia: la 'Festa del Tonno' al Sanlorenzo Mercato Via San Lorenzo 288 - 90146 Palermo

.
L’antica tradizione e la cultura millenaria del tonno protagonisti di un intero weekend al Sanlorenzo Mercato di Palermo con la "Festa del Tonno", in programma sabato 9 e domenica 10 giugno, tra degustazioni e pietanze tematiche.

Protagonista assoluto della due giorni è il tonno rosso di Mazara del Vallo, pescato nel mar Mediterraneo, nell'area compresa tra Mazara del Vallo e Biserta, dotato di certificazione BCD a garanzia della tracciabilità nel rispetto delle quote pesca.

Tante le ricette che animeranno la festa: dal tonno arrostito (10 euro) al tonno in agrodolce (euro 10) fino alla salsiccia di tonno (8 euro) e all'interno della Pescheria sarà possibile mangiare anche la pasta con il tonno (6 euro).

Presenti poi due produttori del territorio: Coalma (Palermo) e Drago Conserve (Siracusa), eccellenze del territorio per l’attenzione posta nella lavorazione del tonno, fatto cuocere in acqua e sale così da mantenerne integre le qualità organolettiche.

In degustazione e in vendita i classici filetti di tonno in olio di oliva, ma anche tante chicche come i patè di tonno e le creme di tonno dagli abbinamenti più variegati: dalle arance di Sicilia ai pistacchi, dalle mandorle ai pomodori secchi, passando per i peperoni arrostiti e i carciofi.

Domenica mattina Sanlorenzo farà tappa nell’isola di Favignana, con un collegamento in diretta Facebook con Maria Guccione, memoria storica delle Egadi, esperta di ricette a base di tonno e profonda conoscitrice di storie di tonnare. Con lei un gruppo di pescatori e tonnaroti pronti a raccontare segreti e caratteristiche della pesca del tonno, tra aneddoti e curiosità.   
fonte: Balarm.it

dal 7 al 9 giugno il tratto di via Maqueda che va dai Quattro Canti fino a via Torino chiude dalle 12 a mezzanotte per "Beer Bubbles"' a Palermo: il festival della birra artigianale invade il centro storico


Cento tipi diversi di birra da assaggiare, dieci stand gastronomici e circa 120 ettolitri da spillare: dal 7 al 9 giugno il tratto di via Maqueda che va dai Quattro Canti fino a via Torino chiude dalle 12 a mezzanotte per "Beer Bubbles" (leggi articolo di approfondimento).

Il festival della birra artigianale organizzato da Bauhaus Ev in collaborazione con Extra Hop e con il Comune di Palermo porta in città un villaggio della birra cui è possibile accedere gratuitamente, che oltre a ospitare gli stand propone un fitto programma di concerti in acustico, laboratori e performance di giocolerie.

Per quanto riguarda le birre, tra le classiche e le curiose, non mancano le novità più estreme: dalla birra fatta con frumento siciliano e scorze di arancia a quella alla liquirizia, dalle arance e fave di cacao a quella dal sapore esotico del mango. Ogni assaggio “alla spina” avrà costi differenti: due euro per la classica 0,20 e 4 euro per la 0,40.
Con la prima degustazione, con due euro in più, ecco un bicchiere in policarbonato da tenere e riusare. Il bicchiere è serigrafato con il logo dell’evento e sarà risciacquato dopo ogni consumazione e dunque riutilizzabile a tutela dell’ambiente.   Via Maqueda - 90133 Palermo - fonte:Balarm.it
 
.

Sabato 09 giugno 2018 - Concerto dei BC Experience al Mob via San Lorenzo, 275 Palermo


domenica 24 giugno dalle ore 10:00 alle ore 17:00 Bioparco Di Sicilia Via A Vespucci 420, 90044 Carini

L'immagine può contenere: testo
E se vi dicessimo che è necessario proteggere gli insetti?
Sapete che gli insetti costituiscono un intero anello della catena alimentare e che la loro scomparsa sarebbe un problema per l’ecosistema? Si.
Perché la natura è un sistema perfetto, basato su dei meccanismi che regolano e mantengono l’equilibrio ambientale.
Gli insetti sono indispensabili per l’impollinazione, senza la quale molte specie vegetali scomparirebbero; gli insetti sono gli spazzini della natura, alcuni di loro si occupano infatti di ripulire l’ambiente dai residui vegetali o animali o di eliminare altri insetti nocivi.
Quindi attenzione a sottovalutare gli insetti!
Questo e tanto altro potrete imparare al Bioparco di Sicilia, dove i nostri esperti vi insegneranno a differenziare le diverse famiglie di insetti, vi spiegheranno qual è la loro funzione in natura e perché stanno entrando a far parte dell’alimentazioni in molti paesi.


Programma della giornata
10.30–16.00​ Il mondo degli insetti
11.00–13.00 e 14.30–15.30 Giochi a squadre sul tema​

sabato 23 giugno dalle ore 16:00 alle ore 19:30 - Olimpiadi della Macchia Sikkens Alpha rezisto - Per non chiedere più scusa presso Climart 9 Via Ingegner Nicolò Mineo, 90145 Palermo

L'immagine può contenere: una o più persone e testo
Fai provare ai tuoi figli la resistenza di Alpha Rezisto!

16:00 OLIMPIADI DELLA MACCHIA

1. SCRIVI IL TUO NOME CON LA NUTELLA. I bambini, muniti di monoporzione
di nutella e con le proprie dita scriveranno il loro nome sul primo pannello;
2. SPRUZZA SUCCO. Usando pistole super liquidator riempite con succo di frutta
spruzzeranno il secondo pannello;
3. MANO MAIONESE. I bambini immergeranno le loro manine in secchi industriali
di maionese per poi lasciare la propria impronta sul terzo pannello;
4. LANCIO DELLE UOVA. Colpisci Mago Lollo e un suo aiutante lanciando
delle uova;
5. SPORCA PIU' CHE PUOI. Su un ultimo pannello i bambini potranno sporcare
rifacendo a loro piacimento una delle prove precedentemente fatte.

Alla fine delle prove puliremo i pannelli dipinti con Alpha REZISTO della Sikkens, CHE TORNERANNO PULITI COME NUOVI!!!

18:10 MERENDA
18:30 SPETTACOLO DI BOLLE
19:00 BALLI E ANIMAZIONE
L'ingresso è totalmente gratuito!!!

21 agosto 2018 - GIANNA NANNINI FENOMENALE IL TOUR al Teatro di Verdura 90146 Palermo

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, testo

23 LUGLIO (ore 21.30) - Fiorella Mannoia torna live al Teatro di Verdura 90146 Palermo

L'immagine può contenere: 1 persona, testo
Quest'estate Fiorella Mannoia torna live a grande richiesta per pochi concerti esclusivi in alcune delle cornici più belle d’Italia: tra queste il suggestivo Teatro di Verdura che ospiterà il concerto del 23 LUGLIO (ore 21.30), organizzato da Puntoeacapo, nella programmazione dell’Estate al Verdura 2018.
Sul palco porterà tutti i suoi grandi successi, i brani dell’ultimo album “Combattente” e le canzoni che hanno costellato il suo repertorio dal vivo, per una scaletta che sarà come sempre ricca di momenti intensi, di sorrisi e di emozioni. Fiorella sarà accompagnata dalla sua band: Davide Aru alla chitarra, Diego Corradin alla batteria, Claudio Storniolo al pianoforte e alle tastiere, Luca Visigalli al basso e Carlo Di Francesco, alle percussioni e alla direzione musicale. Per Fiorella si è appena conclusa una stagione straordinaria lunga quasi due anni, con il successo dell’album “Combattente”, il secondo posto al Festival di Sanremo 2017 con “Che sia benedetta”, il ruolo da protagonista al cinema nel film “7 minuti” di Michele Placido, il debutto televisivo con il one woman show “Un, due, tre… Fiorella!”, che ha sorpreso tutti e ottenuto un boom di ascolti, la direzione artistica della strepitosa serata evento “Amiche in Arena”, contro la violenza sulle donne. E questa stagione straordinaria ha visto Fiorella calcare i palchi di tutta Italia, d’Europa e Oltreoceano, con il lunghissimo “Combattente Il Tour”, che ha raggiunto quota 100 date (101 con l’evento speciale a New York a febbraio) e registrato un successo eccezionale.
Aveva dichiarato che si sarebbe completamente fermata, Fiorella, per dedicarsi a nuova musica e nuovi progetti, ma a grande richiesta ha deciso di tornare sul palco per questi imperdibili live estivi che faranno come sempre entusiasmare il pubblico.

09 giugno 2018 - Muoviti - Un Mare di Sport II Edizione Organizzato da Muoviti, un mare di sport e Palestre Body Studio Ssd Srl persso Stabilimento Balneare La Torre 13 Via Piano di Gallo, 90151 Palermo

L'immagine può contenere: oceano, testo e natura
Una giornata all’insegna dello sport in un contesto meraviglioso, lo stabilimento La Torre di Mondello. Le Palestre Body Studio propongono per il secondo anno il più grande evento fitness della città di Palermo: “Muoviti” un mare di sport.

Ci sarà la possibilità di svolgere discipline che solitamente sono all’interno dei centri fitness Body Studio, sotto il sole, ma soprattutto all’aria aperta davanti al mare. A farla da padrone saranno i corsi fitness di Body Studio, con i loro metodi di allenamento più famosi: a corpo libero e con l’ausilio di pesi, step e altro. Le lezioni saranno tenute dai nostri Istruttori

Inoltre verrà allestita un'area dedicata al Groupcycling e al Funzionale che sarà possibile praticare per tutto il giorno, insieme a Wakeboard, Tiro con l'arco e Tennis da tavolo, Sup e Kitesurf.

L’evento sarà anche un'ottima occasione per trascorrere bellissimi momenti di relax e divertimento, godendo degli ampi spazi dello stabilimento La Torre.

Oltre alle varie zone dedicate allo sport e al fitness, ci sarà la terrazza della zona piscina dedicata al solarium. La seconda area adibita a solarium sarà la spiaggia con corridoio di lancio per gli sport nautici come sup canoa vela ed utilizzato anche per le attività come wakeboard e flybord.

Start ore 09:30 con la registrazione dei partecipanti. I corsi inizieranno dalle 10:00 in varie aree della struttura fino alle 19:30 terminando con la lezione di yoga al tramonto del Maestro Emanuel Vetro,.

n.b. l'evento è riservato ai maggiori di 18 anni


Ecco il programma della giornata:

FITNESS ARENA: PRESENTAZIONE DEI NUOVI CORSI BODY STUDIO

ORE 10.30 - BODY STUDIO CARDIO con Roberta Di Piazza, Eddy Santangelo, Giuliana Collorà, Gabriela Gonzales, Stefania Peluso, Serena Iachetta, Lorenzo Padalino, Fabio Amante, Roberta Massimino, Ilenia Bonanno, Claudio Cucinella, Giulia Caruso, Alain Turano, Emilio Sammarco

ORE 11.30 BODY STUDIO FLEX con Marina Arcoleo, Lucia Damiano

ORE 12.30 BODY STUDIO PUMP con Eddy Santangeo, Roberta Di Piazza, Serena Iachetta, Giuliana Collorà, Lorenzo Padalino, Roberta Massimino, Alain Turano, Ilenia Bonanno, Fabio Amante, Giulia Caruso

ORE 16.00 BODY STUDIO CHALLENGE con AlainTurano, Michele Sabatino, Claudio Cucinella

ORE 17.30 BODY STUDIO STRONG con Piero Sammarco, Emilio Sammarco

ORE 18.00 Caraibico con Piero Sammarco, Emilio Sammarco

ORE 18.30 POWER YOGA FLOW con Emanuel Vetro


ACQUA ARENA

ORE 13.00 BODY STUDIO ACQUAGYM con Roberta di Piazza, Stefania Peluso , Aurora Ardizzone.

ORE 14.00 BODY STUDIO ACQUAGYM con AntonioVincenti , Gabriela Gonzales, Alain Turano

ORE 15.00 BODY STUDIO ACQUAGYM con Ilenia bonanno , Giuliana Collorà , Lorenzo Padalino


BODY STUDIO THROWDOWN - I trofeo Libertas (EVENTO RISERVATO AI 50 FINALISTI)

Dalle ore 10.00 alle ore 17.00 - QUALIFICHE

Alle ore 18.00 - FINALE


GROUP CYCLING

ORE 12.00 TEAM GROUP CYCLING BODY STUDIO (SU PRENOTAZIONE)

ORE 18.00 TEAM GROUP CYCLING BODY STUDIO (SU PRENOTAZIONE)


Nel corso di tutta la giornata sarà possibile praticare:

WAKEBOARD

TIRO CON L’ARCO

TENNIS TAVOLO

SUP

KITESURF

Fino al 06 luglio 2018 - mostra di Giovanna Orlacchio “Stato di sospensione” presso Biblioteca centrale della Regione siciliana Alberto Bombace di Palermo Corso Vittorio Emanuele, 429/431, 90134 Palermo

L'immagine può contenere: testo
Venerdì 8 giugno alle ore 17.00, nel loggiato della Biblioteca, avrà luogo l’inaugurazione della mostra di Giovanna Orlacchio “Stato di sospensione”. È la prima volta che il nostro Istituto ospita una personale di pittura e siamo particolarmente lieti di accogliere un'artista palermitana la cui cifra stilistica, dichiaratamente intimista, evoca e restituisce profonde e molteplici risonanze dell’animo umano.

La mostra continuerà fino al 6 luglio e sarà visitabile dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 18.30.


"Siamo di fronte a una mise en scene dei pensieri latenti, ad una rappresentazione delle memorie (anche infantili) che prendono corpo nello spazio privato della pittura.
E’ un inscenare il mondo interiore della persona, è un ricollocare le suggestioni rappresentandole nelle pieghe della natura.
Un paesaggio esterno si affianca al paesaggio interno, nascosto, misterioso, sfuggente, segnando percorsi imprevedibili e a volte contraddittori. Non solo realtà concreta e oggettiva ma contemporaneamente personale, interiore che porta con sè una certa mutevolezza nel suo essere luogo di costruzione e decostruzione della stessa cognizione dello stare al mondo. Un’esperienza personale corrispondente alla conoscenza di sè, al significato del proprio muoversi e agire.

Così, se la descrizione di luoghi riconoscibili come luoghi della sua terra, appaiono a primo acchito rassicuranti, proseguendo nell’excursus pittorico dell’autrice, dimensioni caliginose, celano anziché svelare, incutendo nell’occhio di chi osserva un quesito che non riguarda più soltanto l’individuare il legame con la propria terra, con la propria cultura, ma si evolve nell’idea di cogliere l’unicità dell’esperienza della vita stessa. Il paesaggio d’altronde (così come l’arte in sé) non esiste senza qualcuno che lo osservi: così quel qualcuno diventa parte integrante del paesaggio stesso. [...] In questa ricerca di un’interiorità nell’esteriorità accade una catarsi, un abbandonarsi alla stesura ipnotica del colore, sublimandone il momento e respirando la dicotomica relazione tra forma esteriore dell’oggetto e qualità astratta (nonché forma interiore) accompagnate dalle qualità che il colore contiene e che conduce l’osservatore a infinite risonanze interiori che sollecitano accendendone il pensiero" (Laura Francesca Di Trapani, curatrice della mostra).

08 giugno 2018 ore 21:00 - Presentazione del libro “Squadra Mobile Palermo” presso Orto botanico di Palermo Via Lincoln 2, 90113 Palermo, Italia, 90133 Palermo

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Furono mille i morti nella guerra di mafia dal 1981 al 1986. È Francesco Accordino, capo della squadra omicidi e unico sopravvissuto, che ci accompagna nella lettura di quegli anni.
Boris Giuliano, Beppe Montana, Natale Mondo, Pio La Torre, Roberto Antiochia, Rosario Di Salvo, Carlo Alberto Dalla Chiesa, Rocco Chinnici, Ninni Cassarà: Alessandro Chiolo ci svela i retroscena delle loro morti e l'instancabile lavoro degli agenti di polizia.
Dalla morte di Boris Giuliano al maxiprocesso, l’opera di Alessandro Chiolo, attraverso la testimonianza unica di Francesco Accordino, mette in luce l'ascesa dei Corleonesi e le nuove dinamiche stragiste che risultavano ancora di difficilissima interpretazione. Ci fa addentrare nella vita quotidiana degli agenti, il cui lavoro rappresentato da numerose fiction, è di grande interesse per milioni di telespettatori. È questo il filo conduttore dell’intero testo: mettere nero su bianco il lavoro e il sacrificio di una squadra mobile decimata. Da Beppe Montana a Natale Mondo, molte furono le vittime del massacro di quegli anni.
Chiolo ci propone documenti importanti come il “rapporto dei 162” che, evidenziando i collegamenti tra mafia e politica e denunciando 162 mafiosi, da il via a 87 mandati di cattura e 18 arresti e costituisce l'ossatura del procedimento istruito dal pool antimafia di Falcone e Borsellino approdato al maxiprocesso. Tre capitoli sono dedicati alla testimonianza dei familiari delle vittime: Beppe Montana, raccontato dal fratello, Ninni Cassarà, visto dagli occhi della moglie Laura e l'agente Natale Mondo, attraverso il racconto della moglie e delle figlie. Un ulteriore toccante capitolo è dedicato a Claudio Domino giustiziato alla tenera età di 11 anni. Infine Giovanni Paparcuri, miracolosamente scampato all’attentato Chinnici e in seguito al fianco di Falcone e Borsellino, ci regala momenti di intima amicizia tra i due giudici

(Dal sito della casa editrice Navarra)

Venerdì 15 giugno dalle 17 a mezzanotte, Visite serali all’ultima dimora dei Florio, la famiglia che rese grande Palermo Casa Florio - Palazzina dei Quattro Pizzi all'Arenella - Discesa Tonnara, 4b – Palermo . Prenotazione obbligatoria: 329.8765958 – 320.7672134- www.terradamare.org/infoline

L'immagine può contenere: spazio al chiuso
Visite serali all’ultima dimora dei Florio, la famiglia che rese grande Palermo
Casa Florio - Palazzina dei Quattro Pizzi all'Arenella - Discesa Tonnara, 4b – Palermo
Venerdì 15 giugno dalle 17 a mezzanotte | Contributo: € 7
Prenotazione obbligatoria: 329.8765958 – 320.7672134- www.terradamare.org/infoline

Insieme a Terradamare e la famiglia Paladino Florio, dalle 17 a mezzanotte, si assisterà e alle visite alla Palazzina dei Quattro Pizzi.
Casa Florio, progettata dall’architetto Carlo Giachery in stile neo-gotico, addolcito dalla romantica scenografia del mare palermitano, è l’ultima dimora di Vincenzo Florio III
Sarà possibile ammirare gli affreschi in stile revivalistico realizzati dai pittori Salvatore Gregorietti e da Emilio Murdolo, Maestro di Renato Guttuso, la mostra “Vincenzo Florio, l’artista”, alla scoperta di Vincenzo Florio Pittore del ‘900″, e un piccolo museo con affascinanti cimeli appartenuti alla famiglia che rese grande Palermo.
______
CASA FLORIO
Il complesso della Tonnara dell’Arenella fù acquistato nel 1830 da Vincenzo Florio, che ne commissionò la trasformazione all’amico e collaboratore Architetto Carlo Giachery. Nacque così l’edificio denominato “I Quattro Pizzi “, palazzina quadrangolare neogotica, così chiamata per le quattro guglie che la sovrastano. Unico edificio neogotico, questo, costruito da Giachery, i cui interessi erano rivolti piuttosto a progetti funzionali di architettura industriale nonché allo studio di nuovi materiali.

L’inusuale progettazione richiama un Gotico inglese, addolcito da una romantica scenografia mediterranea. Allo stesso Giachery nel 1852 fu commissionato il mulino a vento per la macina del sommacco, sempre inserito nel complesso dell’Arenella, da cui si estraeva il tannino, allora oggetto di fiorente commercio in Sicilia. Una parte del complesso veniva adibita ad abitazione per i fine settimana e molte personalità illustri vi furono ospitate, non ultima la Zarina di Russia, durante il suo soggiorno a Palermo.
Quest’ultima se ne innamorò talmente da fare riprodurre fedelmente i ” Quattro Pizzi ” a Snamenka, vicino a San Pietroburgo, sulle rive del golfo di Finlandia, nel parco della sua residenza estiva di Peterhof che, in memoria di Palermo, chiamò “Renella”. La costruzione è tuttora esistente. Finito il periodo aureo, Vincenzo Florio si ritirò nella Tonnara dell’Arenella con la sua famiglia, eleggendola a propria dimora. La Tonnara rimase in funzione sino ai primi del Novecento: essendo poi cambiata la rotta dei tonni, chiuse definitivamente l’attività di pesca.
_______
Prossime date:
LUGLIO: sabato 7 dalle 18 a mezzanotte
AGOSTO: domenica 5 dalle 18 a mezzanotte
SETTEMBRE: sabato 1 dalle 18 a mezzanotte

Tutti i prossimi appuntamenti con noi: www.terradamare.org/eventi

Dall’8 all’11 giugno la nave scuola Amerigo Vespucci della Marina Militare farà sosta, dopo una lunga assenza durata ben 20 anni, a Palermo per rendere omaggio alla città recentemente nominata “capitale italiana della cultura 2018”.

L'immagine può contenere: cielo e spazio all'aperto
Dall’8 all’11 giugno la nave scuola Amerigo Vespucci della Marina Militare farà sosta, dopo una lunga assenza durata ben 20 anni, a Palermo per rendere omaggio alla città recentemente nominata “capitale italiana della cultura 2018”.
Nave Scuola Amerigo Vespucci, ormeggiata presso la banchina Vittorio Veneto del porto di Palermo, sarà aperta alle visite a bordo da parte della popolazione.
Ingresso libero

21 giugno - Yoga Day a Palermo Organizzato da Palestre Body Studio Ssd Srl presso Teatro Politeama Garibaldi Piazza Politeama, 90139 Palermo

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi e spazio all'aperto
Esattamente dal 2015 ormai in circa 190 paesi nel mondo il 21 giugno si celebra lo yoga day con centinaia e migliaia di praticanti che si riuniscono nelle palestre o negli studi olistici, o in suggestive località vicine al mare dove godere di bellissime lezioni all'alba o al tramonto. Tra gli spazi più usati ci sono le piazze delle città più importanti come Time Square a New York, o lo spazio sottostante alla Tour Eiffell oppure la plaza de San Miguel a Madrid o vicino al Colosseo a Roma.

Quest'anno per la seconda volta nella storia della città di Palermo celebreremo lo yoga day in piazza Ruggiero Settimo (meglio conosciuta come Piazza Politeama) con alcune lezioni di fronte al teatro Politeama dalle 18:00 alle 20:00.

Nel corso della vita l'individuo si crea degli ideali e dei valori, si inspira a qualcuno o a qualcosa, segue una religione o sposa una filosofia. La millenaria disciplina dello yoga riconosce nella sua filosofia un principio ordinatore e una potenza creativa capace di governare ogni cosa: sono due concetti assoluti come "spirito e natura", "maschile e femminile", lo spirito è il creatore e la natura ha in sè il potere creativo. Dall'unione di queste due entità nasce il "prana" energia sottile che genera e trasforma la vita di ogni giorno.

In base alla tradizione indiana tale energia viaggia su sette livelli che nell'uomo si identificano come i sette "chakra" centri energetici che regolano le funzioni fisiche e mentali. Tale spiegazione serve a comprendere il misticismo che aleggia intorno allo yoga il quale deve essere osservato come importante strumento per migliorare il rapporto con se stessi e con gli altri.

La disciplina indiana è la madre di tutte le ginnastiche e quindi adatta a tutti, dai bambini che possono imparare la giusta postura, dagli adulti per ridare vigore al corpo e alleviare la stanchezza, dagli sportivi per migliorare la prestazione fisica fino agli anziani per contrastare i processi di invecchiamento. Uno dei campi senza dubbio più interessanti è lo yoga terapia il quale usato nella maniera giusta può aiutare ad eliminare l'ansia e lo stress, la stanchezza e l'ipertensione, l'insonnia e la stitichezza, il sovrappeso e i dolori mestruali ma anche la rigidità e i dolori alla schiena.

Lo yoga terapia cosi come alcuni stili particolari come il metodo del famoso maestro Iyengar, o il power yoga sono sempre più integrati nello sport anche ad alti livelli come il calcio, il tennis, il basket, il golf, la formula uno e la moto gp valorizzando nel tempo i principi sul benessere psicofisico e gli ottimi risultati.

Il 27/09/2014 il primo ministro indiano mr. Nerendra Modi durante un'assemblea alle nazioni unite dichiarò lo yoga come una preziosa risorsa per l'umanità e suggerì il 21 giugno come giornata internazionale dello yoga. Tale data coincide con il solstizio d'estate, il giorno di sole più lungo dell'anno pieno di energia e molto significativo per molte culture.

Altra data importante è il primo dicembre del 2016, in quel giorno l'unesco a dichiarato lo yoga patrimonio culturale e immateriale dell'umanità.

10 giugno 2018 Cozzo del Filatore (Madonie) di Giovanni Mineo Organizzato da Artemisia Net e Artemisia - turismo naturalistico e culturale

10 giugno 2018
Cozzo del Filatore (Madonie)
di Giovanni Mineo

Sul versante nord di Monte San Salvatore, in uno degli angoli più suggestivi delle Madonie, c'è un cocuzzoletto che si chiama “Filatore”, punto panoramico che si apre tra la fitta faggeta. Il toponimo richiama alla mente una storia antica fatta di pastori, pecore e numerose greggi, belati di pecore, mànnare e pagliai, lunghi echi e richiami vocali, legna secca e fuochi improvvisati, ricotta calda, lana, tosatori e filatori di lana... Tempi lontani di mondi scomparsi, solo pura fantasia per la gente d'oggi. Quasi mai raggiunto dagli escursionisti, che preferiscono mete vicine più riconoscibili e imponenti, il Filatore, invece, merita una visita.

Programma
Riunione presso piazzale John Lennon (ex Giotto) alle ore 8,00 e partenza alle 8,15 con autoveicoli propri per Petralia Sottana e contrada Pomieri. Appuntamenti diversi da concordare con la guida per chi non abita a Palermo. Escursione pedonale al Cozzo del Filatore, sosta e pranzo al sacco. Discesa e visita agli alberi monumentali di Bosco Pomieri. Rientro in città nel pomeriggio intorno le ore 18,30.

Scheda tecnica
lunghezza del percorso km 8;
dislivello 400 metri;
tempo di cammino (escluso le soste) 3 ore;
difficoltà: l'itinerario si sviluppa su piste e sentieri, a volte ripidi, e brevi tratti su terreno naturale. Si richiedono gli scarponcini da montagna e una discreta pratica escursionistica. Medio-facile (due omini).

Quota di partecipazione € 8 Spese di trasporto da condividere € 7 a passeggero.

Info e adesioni: Giovanni Mineo cell. 3338004261 mail giomineo@libero.it

Artemisia, per il turismo sostenibile e l'educazione ambientale. Palermo. tel. 3403380245 e-mail. artemisianet@gmail.com

Sabato 30 giugno 2018 Fiume Pollina (San Mauro Castelverde) di Giuseppe Ippolito, Organizzato da Artemisia Net e Artemisia - turismo naturalistico e culturale

L'immagine può contenere: montagna, spazio all'aperto, natura e acqua
Sabato 30 giugno 2018
Fiume Pollina (San Mauro Castelverde)
di Giuseppe Ippolito

Il Fiume Pollina tra le quote 400 e 600 metri scorre tra sugherete, garighe aride di cisto, uliveti e tratti di Macchia mediterranea. E' un letto fluviale abbastanza semplice da percorrere, ma ricco di flora elofila e fauna acquatica. Un tratto dovrà essere superato a nuoto con gli zaini su un canottino.

Programma

Raduno alle ore 7.30 in Piazza John Lennon (Piazzale Giotto) e partenza alle ore 7,45 per Castelbuono e Geraci Siculo. Si parte a piedi da quota m 1025 per percorere un anello di strade sterrate circa due chilometri di strada sterrata. Rientro a Palermo previsto per le 19,00.

Nota bene: Per le caratteristiche del percrso si consiglia la partecipazione solo a persone ben allenate che si muovano con disinvoltura tra i massi di un torrente e ben equipaggiate.

Scheda Tecnica
Natura del percorso: sentiero, sterrata e letto di torrente;
Dislivello: circa m 350 in salita e discesa;
Lunghezza complessiva km 8 circa;
Difficoltà: impegnativa, 3 omini;

Equipaggiamento: Scarponi da montagna o scarpe da fiume; pantaloni di tela leggera o pantaloncini, asciugamani grande, costume da bagno, zaino per il pranzo al sacco e l'acqua.

Quota Artemisia: €8,00; Condivisione spese di viaggio (per chi fruisce di passaggio): € 8,00;

Per informazioni e prenotazioni telefonare a Giuseppe 3403380245;

Artemisia, società cooperativa a r.l. per il turismo sostenibile e l'educazione ambientale. Via Serradifalco, 119 - 90145 Palermo. info @ artemisianet.it;
http://www.artemisianet.it

domenica 10 giugno 2018 dalle ore 8:00 alle ore 18:30 - La riserva dello Zingaro: sentieri, spiagge e calette nascoste, Organizzato da Cooperativa Silene

L'immagine può contenere: oceano, cielo, montagna, spazio all'aperto, natura e acqua
La riserva dello Zingaro: sentieri, spiagge e calette nascoste

L’escursione che vi propone Silene per domenica 10 Giugno è un viaggio verso la cuspide occidentale della Sicilia che, dal punto di vista naturalistico e paesaggistico, è tra le più diversificate della Sicilia: la R.N.O. dello Zingaro.
La riserva dello zingaro ha un importanza sia ambientale che storica. Nel 1976 infatti stava per essere distrutta per la costruzione di una strada litoranea che da Scopello avrebbe portato direttamente a San vito Lo Capo. Ma grazie numerose iniziative di sensibilizzazione di attivisti, naturalisti e ambientalisti siciliani, il 18 Maggio 1980 ebbe luogo la famosissima marcia di protesta, che portò all’interruzione dei lavori e nell’anno successivo all’istituzione della riserva, la prima in Sicilia.
La riserva si estende tra Scopello e San Vito Lo Capo, lungo un tratto di circa 7 km di splendida costa frastagliata, in cui si nascondono cale e insenature. L’area presenta una varietà di ambienti e paesaggi, caratterizzati da una ricca diversità biologica. Nella Riserva, infatti vegetano più di 650 specie vegetali di grande interesse naturalistico, tra cui la famosissima Palma Nana, simbolo della riserva, di cui più di 40 sono gli endemismi e numerosissime sono quelle rare, come l’esclusivo Limonium di Todaro. Altrettanto interessante è il patrimonio faunistico: l’esistenza di nicchie ecologiche permette, infatti, una diversità particolarmente elevata e riscontrabile soltanto in pochi altri luoghi dell’ Isola.

Una notazione a parte va fatta per lo straordinario ed assolutamente incontaminato ambiente marino caratterizzato da un ecosistema integro e particolarmente ricco di biodiversià . Particolarmente rilevante è il “marciapiede a vermeti” (Trottoir a vermetus) un'importante biostruttura tipica del Mar Mediterraneo.

Altro elemento di estremo interesse è la Grotta dell'Uzzo, su cui sosteremo durante la passeggiata. Si tratta di un'enorme antro di origine marina su cui sono state ritrovate tracce della presenza dell'uomo risalenti a oltre 10 mila anni fa.

Durante l'escursione si farà una sosta in una delle splendide calette, ubicate lungo il percorso, per consentire un ristoratore bagno nelle cristalline acque della riserva.

Il percorso andata e ritorno è di circa 10 km

COME DOVE QUANDO

DIFFICOLTA’ : facile
LUNGHEZZA PERCORSO: 10 Km circa
DISLIVELLO: 250 m

APPUNTAMENTO: Per chi parte da Palermo il raggruppamento sarà domenica 10 giugno alle ore 8:00 a piazzale John Lennon/Giotto presso i terminal AST, Partenza un quarto d’ora dopo con mezzi propri.

COSA PORTARE: pranzo a sacco, scarpe da trekking, cappellino, costume da mare (per chi volesse fare il bagno), ABBONDANTISSIMA SCORTA D’ACQUA e abbigliamento adatto alla stagione.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: La quota di partecipazione 8 euro a persona più il costo del ticket d’ingresso alla riserva (5 euro, con possibilità di riduzione). Per gli studenti universitari e per i ragazzi da 11 a 18 anni la quota 4 euro. I bambini fino ai 10 anni sono nostri ospiti.
Stimiamo un contributo carburante di 30 euro a beneficio di chi metterà a disposizione il mezzo che solitamente viene esentato dal pagamento della quota carburante.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:
Filippo Rizzo: 3291232755 - filyr14@gmail.com
Alessia Cicerone: 3298810957

martedì 5 giugno 2018

L'alluminio può diventare opera d'arte: dalla Sicilia a Latina per il 'Premio Comel'



Trasformare un metallo duttile in un'opera d'arte contemporanea è l'obiettivo del prestigioso "Premio Comel Vanna Migliorin Arte Contemporanea", giunto alla settima edizione e diventato punto di riferimento a livello internazionale.

Si tratta di una vera e propria competizione (leggi il bando) che evidenzia le potenzialità espressive, estetiche, comunicative e costruttive dell’alluminio: la partecipazione è gratuita e aperta agli artisti dai 18 anni in su che utilizzino l’alluminio come elemento principale nella realizzazione del lavoro che intendono iscrivere alla competizione.

Sono ammesse opere, edite o inedite, realizzate con qualsiasi tecnica: pittura, scultura, design, fotografia ed installazione, che utilizzino l’alluminio come elemento principale e significativo.

Per iscriversi al "Premio Comel" gli artisti devono inviare una mail entro il 15 giugno all'indirizzo info@premiocomel.it compilando integralmente il modulo di partecipazione presente sul sito web e allegando tutto il materiale richiesto nel bando.

Una giuria di esperti selezionerà tredici artisti finalisti che esporranno l’opera iscritta presso lo Spazio Comel Arte Contemporanea a Latina. Verrà inoltre selezionato un vincitore assoluto che riceverà un premio in denaro pari a 3.500 euro.
fonte:Balarm.it

Emergenza volontari: cercasi ragazzi e ragazze per il Rifugio del Cane di Palermo




Dedicare una piccola porzione del proprio tempo libero a favore di amici a quattro zampe è tutto ciò che serve per aiutare la Lega Nazionale per la Difesa del Cane, che continua a battersi senza sosta per aiutare gli animali in difficoltà.

L'associazione si occupa del Rifugio del Cane Abbandonato della Favorita, che è interamente gestito da volontari: i loro sforzi contribuiscono ogni giorno a tenere box puliti, distribuire cibo e terapie e far uscire i quattro zampe nei giardini.

Attualmente il numero di volontari impiegati è molto scarso: così la Lega del Cane cerca nuovi volontari interni (leggi il bando) che dovranno essere disponibili per almeno un giorno fisso a settimana (o mezza giornata) in base ai propri impegni personali.

Gli aspiranti volontari devono essere maggiorenni devono avere forza di volontà, continuità e affidabilità. I cani ospiti del Rifugio sono più di 180, ed è necessario che non vengano abbandonati anche dai volontari.

Le richieste d'adesione vanno inviate alla mail info@legadelcane-pa.org o chiamando il numero 340.5512698. Agli aspiranti volontari verranno comunicati i giorni per effettuare dei colloqui conoscitivi.

Per maggiori informazioni è possibile visualizzare la pagina Facebook o il sito web del Rifugio della Favorita.

fonte:Balarm.it

Come si diventa 'Fud Pipol'? La bottega sicula assume, ecco come candidarsi



Fud Bottega Sicula ha aperto le selezioni per nuovi collaboratori, tra personale di sala e cucina, cuochi e area marketing, confermandosi come realtà made in Sicily in espansione.

La Bottega made in Catania ha in programma due nuove aperture: un nuovo locale sui navigli di Milano e un temporary restaurant sulla spiaggia di Palermo.

Così, in attesa delle inaugurazioni, sono ben 58 i collaboratori che verranno assunti nelle prossime settimane tra Catania, Palermo e Milano. Nello specifico, si cercano: 35 persone a Milano (15 in cucina e 20 in sala) 12 persone a Catania (10 in sala, 2 in cucina) 1 persona a Catania (Responsabile Social Media Marketing) 10 a Palermo (2 in cucina e 8 in sala).

Uno degli obiettivi della selezione delle risorse è anche quello di integrare culture ed estrazioni differenti includendo anche persone con percorsi difficili come rifugiati politici ed ex-detenuti. Per candidarsi basta solo cliccare sul sito web di Fud e compilare il modulo presente nella sezione "Lavora con noi".

Fud Bottega Sicula conta oggi più di 130 tra collaboratori e dipendenti, tutti riuniti sotto il nome di "Fud pipol": una rete basata sull'importanza delle persone e delle competenze, incentrata sulla cura, il rispetto e la valorizzazione del personale in cui il fattore umano fa la differenza.

Un gruppo che vuole crescere a ampliarsi e lo farà ancora di più grazie alle nuove aperture e alla fortuna del format.
fonte:Balarm.it

Come fare per avere 200mila euro e andare (o tornare) a fare impresa al Sud Italia

"Resto al Sud" è il progetto di Invitalia che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani nelle regioni del Mezzogiorno: possono partecipare al bando tutti i giovani tra i 18 ed i 35 anni residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

L'idea è quella di dare a coloro che vogliono aprire una nuova impresa al sud agevolazioni fiscali che possono coprire il 100% delle spese effettuate: un invito vero e proprio a rimanere nel Mezzogiorno, investendo sulla propria terra e sulle sue possibilità.

Le imprese possono essere di diverso tipo: servizi al turismo, alla ristorazione, piccoli trasporti, agricoltura, allevamenti, cultura e tantissimi altri e chi accede ai finanziamenti potrà coprire spese di ristrutturazione, di acquisto macchinari, di acquisto programmi informatici, di bollette, canoni di locazione e leasing e garanzie assicurative.

Nello specifico le idee d'imprese che verranno giudicate positivamente da Invitalia, l'agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'
impresa del Ministero dell'Economia che ha promosso il bando, avranno accesso a due tipi di agevolazioni.

La prima è un contributo a fondo perduto fino al 35% del programma di spesa, mentre il secondo è un finanziamento bancario a tasso zero al 65% concesso da una banca aderente alla convenzione tra Invitalia e l'associazione Bancaria Italiana. Il finanziamento andrà restituito in 8 anni.

Per far sì che la propria domanda venga considerata valida i giovani interessati dovranno rispettare diversi requisiti: innanzitutto la domanda può essere presentata anche sia da soggetti già costituiti (società, cooperative, ditte individuali) che da persone fisiche che intendono costituirsi in società in caso di esito positivo.

Chi presenta la domanda, inoltre, non dovrà aver beneficiato di contributi per l’autoimprenditorialità negli ultimi 3 anni, non dovrà essere titolare di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per tutta la durata del finanziamento e non dovrà essere già titolare di un'altra attività di impresa attiva.

Sono escluse dal finanziamento Resto al Sud le attività libero professionali ed il commercio. In totale sono stati messi a disposizione 1,25 miliardi di euro. Non ci sono scadenza e tutte le domande possono essere inviate sul sito di Invitalia
fonte:Balarm.it

Fino a 200 mila euro per restare al Sud e aprire un'attività: il bando per gli Under 35

Si chiama "Resto al Sud" ed è il progetto che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani nelle regioni del Mezzogiorno.

Le domande possono essere inviate sul sito di Invitalia e a presentarle devono essere giovani dai 18 ai 35 anni residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

1,25 miliardi di euro sono stati messi a disposizione per finanziare diverse attività, basta che siano al sud: servizi al turismo, alla ristorazione, piccoli trasporti, agricoltura, allevamenti, cultura e tantissimi altri.

Fino a 200 mila euro, allora, per aprire un'attività nel Mezzogiorno e restare nella propria terra a lavorare: il progetto del governo "Resto al Sud" per chi non ha un rapporto di lavoro a tempo indeterminato né è titolare di altre imprese attive né ancora, che beneficiato di altre agevolazioni negli ultimi tre anni.

Sono escluse dal finanziamento solo le attività libero professionali e il commercio. Il tutto per un importo che varia da un minimo di 50mila euro (se il richiedente è uno solo) fino ad un massimo di 200mila euro.

Nessuna scadenza. Il 35% inoltre è a fondo perduto mentre il restante 65% (restituibile in 8 anni) è garantito dallo Stato: non occorre presentare particolari garanzie per ottenere il finanziamento e i fondi non vengono assegnati in base a chi arriva primo a presentare la domanda, ma ogni proposta sarà vagliata. 
- fonte:Balarm.it

'Coop Pet Store': cercasi candidati per 400 assunzioni nei nuovi negozi per animali

 
La Coop apre 60 nuovi negozi per animali in tutto il territorio italiano ed è alla ricerca di candidati per circa 400 posti disponibili nei negozi "Amici di casa Coop".

Possono candidarsi come tolettatori tutti coloro i quali nutrano una grande passione per gli animali ed abbiano un'esperienza pregressa di almeno un anno nel ruolo e competenze specifiche nella mansione (documentabili attraverso attestati di partecipazione a corsi di tolettatura).

I candidati selezionati si occuperanno infatti di curare, lavare e tosare gli animali. Inoltre, dovranno collaborare con lo staff del negozio di inserimento per le attività di servizio e vendita al pubblico.

Per inoltrare la propria candidatura è sufficiente visitare il portale online di
Coop Alleanza 3.0 e compilare il modulo dedicato alle assunzioni.  - fonte:Balarm.it