martedì 21 novembre 2017

25 novembre 2017 - Visita notturna alla Chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, dalle ore 21.00, costo 1€ Per prenotazioni e prevendita chiamare il numero 327.4532153


sabato 25 novembre dalle 16 alle 20 e domenica 26 dalle 9:30 alle 13:30 il Museo Tutone accogliere turisti e curiosi per un tour all'interno degli stabilimenti storici dell'azienda


24 / 25 novembre - venerdì 24: "Black Friday", che partendo dall'America ha contagiato anche l'Italia; Sabato 25: "compleanno" del Centro Commerciale: l'evento per festeggiare avrà luogo nell'area riservata alla ristorazione, dove sono in programma intrattenimento, divertimento e persino il taglio della torta


18 e 19 novembre - Sapori d'Alkantara a Gaggi (ME)

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso

26 novembre - La Domenica del Lettore e della Lettrice - Piazza dei libri Piazza Federico di Svevia 92 - 93, 95121 Catania

L'immagine può contenere: sMS

25 / 26 novembre - Sagra della castagna a San Salvatore di Fitalia (ME)

L'immagine può contenere: sMS

venerdì 17 novembre 2017

01 dicembre - Concerto Gospel · Organizzato da The Nightingales Singers Ensemble Basilica Minore di San Francesco d'Assisi Via del Parlamento, 32, 90133 Palermo

L'immagine può contenere: 1 persona, disegno

Domenica 19 novembre dalle ore 12:00 alle ore 15:00 - Il Brunch della Domenica in famiglia Organizzato da Chef Natale Giunta presso Sailem Castello A Mare 90133 Palermo

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

17/20 novembre - Settimana Dedicata all'autoanalisi della Glicemia · Organizzato da Farmacia "Roccella" Via Gustavo Roccella, 49, 90128 Palermo

L'immagine può contenere: sMS
La Farmacia Roccella dal 14 al 20 novembre aderisce alla campagna nazionale di screening della glicemia, patrocinata dal Ministero della Salute.
L'obiettivo è quello di individuare i casi di diabete non ancora diagnosticati ed i soggetti a rischio di sviluppare la patologia; in Farmacia effettueremo la MISURAZIONE GRATUITA DELLA GLICEMIA a tutti i cittadini che si presenteranno spontaneamente per effettuare il test.

Domenica dalle ore 18:00 alle ore 20:00 - La Cellorchestra in concerto presso l'ospedale ISMETT via Tricomi, 1, 90127 Palermo

L'immagine può contenere: 6 persone, persone che sorridono

18 novembre - Passeggiata alla scoperta di Ernesto Basile in terza Cicoscrizione · Organizzato da M5S Terza Circoscrizione Palermo - Appuntamento presso il parcheggio ai piedi del cimitero di Santa Maria di Gesù

L'immagine può contenere: sMS
Appuntamento presso il parcheggio ai piedi del cimitero per scoprire le opere di Ernesto Basile presenti all'interno del cimitero di Santa Maria di Gesù. Visiteremo le cappelle Di Giorgi - Nicosia - Lanza di Ernesto Basile , la cappella Florio di G. Damiani Almeyda. Vi aspettiamo, non mancate!

Domenica 19 Novembre 2017 - Escursione alla Riserva naturale integrale Grotta di Santa Ninfa, Comune di Santa Ninfa (TP)

L'immagine può contenere: pianta, albero, spazio all'aperto e natura
Escursione di: Domenica 19 Novembre 2017
Riserva naturale integrale Grotta di Santa Ninfa, Comune di Santa Ninfa (TP)

• Referente escursione: Giulia Casamento ( )
• Referente per gli appuntamenti: Pietro Ciulla (338 1864718)
• Difficoltà: medio-facile (E)
• Lunghezza del percorso: 8 Km circa
• Tempo di percorrenza: 5 ore circa compreso soste, rientro previsto nel pomeriggio
• Tipo di suolo: misto (terra battuta, fondo naturale, detrito di cava)
• Dislivello totale accumulato: 200 mt circa

• Appuntamento: Palermo, Piazzale Giotto ore 08:15 – Partenza Ore 8:30 dopo aver compattato in poche auto i partecipanti.

• Mezzi: Per il raggiungimento del punto d’inizio dell’escursione si utilizzeranno le auto.
• Spese di viaggio: si dividono equamente tra i passeggeri di ogni vettura.
• Colazione: Al sacco, a carico di ogni partecipante (non dimenticare la provvista d’acqua).
• Attrezzatura e Abbigliamento: Abbigliamento adatto alla stagione (K-Way-Pile-Cappuccio), in particolare sono necessari scarponcini da escursionismo senza i quali non si potrà partecipare all’escursione.
• Contributo: Non Soci 5 Euro – Soci 3 Euro (comprende assicurazione RC) – Non occorre prenotazione. Partecipa chi si presenta all’appuntamento prefissato.

Programma e descrizione:
La Riserva Naturale “Grotta di Santa Ninfa”, estesa circa 140 ha, ricade in un vasto altopiano carsico di notevole interesse geologico, paesaggistico e naturalistico.
L’escursione non interessa la Grotta, ricadente in zona A di riserva integrale, ma le aree della Valle del Biviere e dei Monti di Santa Ninfa – Gibellina, tutelati – oltre che dalla riserva naturale – da un SIC, Sito di Importanza Comunitaria.
Il percorso, ad anello, parte dal Castello di Rampinzeri (antico baglio risalente al 600 e sede della Riserva) e consente di raggiungere le zone più interessanti dell’area protetta: la Conca del Biviere che costituisce la più vasta ed interessante forma carsica superficiale della riserva, il vallone Biviere dalla caratteristica vegetazione ripariale, il laghetto Biviere di origine antropica, le aree rocciose caratterizzata da gariga arbustiva, le forme carsiche superficiali (doline, karren).
Altimetrie: 495 m (Castello di Rampinzeri), 440 m (doline Mirlocco), 485 m (Conca del Biviere), 450 m (vallone Biviere), 656 m (M. Finestrelle), 587 m (Museo Forestale).
Parte del percorso attraversa anche aree rimboschite dalla Forestale negli anni ’80, prima dell’istituzione della Riserva.
Nella stessa giornata di domenica 19 novembre 2017 si svolgerà nel centro abitato di Santa Ninfa l’iniziativa “Gusta la pecora” (Sagra della Pecora)

Modalità di gestione delle escursioni:
1) Per ogni escursione si chiederà a tutti i partecipanti un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa. In pratica si chiederà ai soci un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa pari a 1 €, pertanto l’importo complessivo per i soci sarà pari a 3 Euro (2 € per l’assicurazione, 1 € per il contributo aggiuntivo). Ai non soci si chiederà un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa pari a 3 €, pertanto l’importo complessivo per non i soci sarà pari a 5 Euro (2 € per l’assicurazione, 3 € per il contributo aggiuntivo). Per i partecipanti età fino a 12 anni non è richiesto alcun contributo al WWF ma solamente la quota assicurativa di 2 €.
Occorrerà che i partecipanti diano i loro dati anagrafici se non già in possesso del WWF, questi serviranno per formalizzazione della copertura assicurativa.
Gli spostamenti verso il luogo d’inizio delle escursioni avverranno con le auto dei partecipanti che vorranno metterle a disposizione. Il WWF Sicilia Nord Occidentale non garantisce pertanto il trasferimento verso il luogo d’inizio dell’escursione ai partecipanti che non saranno riusciti a trovare un posto nelle auto disponibili.
Si cercherà di viaggiare a pieno carico di passeggeri per evitare inutili sprechi di carburante.
Il proprietario di ogni singola auto concorderà con i passeggeri ospitati l’entità del rimborso carburante dovutogli, quindi ogni partecipante avrà l’onere di un’ulteriore quota aggiuntiva “carburante” oltre il contributo al WWF e la quota assicurativa, da evolvere direttamente all’autista dell’auto in cui è ospitato.

http://www.wwfsicilianordoccidentale.it/cosa-facciamo/escursionismo/escursione-trekking-nella-riserva-della-grotta-santa-ninfa/

19 novembre - Colazione con Hanif Kureishi, letture e firmacopie · Organizzato da Modusvivendi Libreria via Quintino Sella 79, 90139 Palermo

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Grazie al Premio Efebo D'Oro, che lo ospita in città (qui tutto il programma http://www.efebodoro.it/ ), uno dei protagonisti della letteratura internazionale fa tappa alla libreria Modusvivendi per incontrare lettori e lettrici e firmare le copie del suo ultimo romanzo "Uno zero" (Bompiani) e degli altri suoi libri.

Hanif Kureishi, di padre pakistano e madre britannica. Acutamente ricettivo rispetto alle esperienze urbane di multiculturalismo e aperto ai sincretismi e alle contaminazioni, è uno degli autori più interessanti della modernità. I suoi romanzi, in cui sono affrontati temi quali l'emarginazione delle minoranze e le complesse relazioni che si intrecciano nelle nuove società multietniche, gettano uno sguardo lieve e ironico eppure estremamente analitico sulle contraddizioni e sulle complesse dinamiche della contemporaneità.

Dalle 9,30 colazione con caffé, brioche e quotidiani a disposizione.
Alle 10 "Aspettando Kureishi", lettura di brani tratti dai libri dello scrittore britannico

ALLE 11 HANIF KUREISHI FIRMA LE COPIE DI "UNO ZERO" E DEGLI ALTRI TITOLI EDITI DA BOMPIANI.

"Uno zero". Waldo, celebre regista con una vita vorticosa e una carriera di successi e premi alle spalle, per nulla rassegnato alla mortificazione di dover passare la vecchiaia da recluso in casa, è intossicato dal sospetto che la devota moglie Zee, ancora bellissima e molto più giovane di lui, abbia un amante, Eddie: un giornalista cinematografico più sveglio che competente, un parassita annidatosi nelle loro esistenze con il pretesto di rendersi utile. Diventato voyeur della propria dimora e della propria quotidianità, l'udito amplificato da un apparecchio e teso a interpretare qualunque fruscio, Waldo accumula con pazienza le prove del tradimento e medita una vendetta squisita. "Com'è banale, e sconvolgente e rassicurante, svegliarsi e scoprire che la tua amata è diventata un'estranea che ama un estraneo." E com'è sorprendente la maniera in cui Kureishi punta il suo sguardo corrosivo sulla condizione umana, su come si affronta il passare del tempo, sulla vita di coppia messa alla prova dalla vita come dalla prospettiva della morte. Una commedia nera di sesso e perdono, rabbia e narcisismo, decadenza e consolazione.

Hanif Kureishi è romanziere, drammaturgo, sceneggiatore (e per una volta anche regista: London kills me, 1991). Ha scritto le sceneggiature per i film di Stephen Frears My Beautiful Laundrette (1985) e Sammy e Rosie vanno a letto (1987) e per The Mother (2003) e Venus (2006) di Roger Mitchell; il romanzo Il Budda delle periferie (1990) è divenuto uno sceneggiato televisivo per la BBC, e dalla raccolta di racconti Love in a blue time (Bompiani, 1996) è stato tratto il soggetto del film Mio figlio il fanatico diretto da Udayan Prasad; dal romanzo Nell’intimità (Bompiani, 2000) Patrice Chéreau ha tratto il film vincitore al Festival di Berlino 2001, Intimacy.

sabato 18 novembre - Un lampo di genio · Organizzato da Comitato Vucciria dalle ore 10:30 Piazza Caracciolo, 90133 Palermo

L'immagine può contenere: 1 persona, sMS
Il “Comitato Vucciria” si presenta alla città di Palermo!!

Sabato 18 Novembre invitiamo la città a riscoprire l'incanto della Vucciria e a condividere con noi la riappropriazione di spazi pubblici dimenticati, partecipando a una giornata di festa, lavoro, spettacoli, musica, danza e buon cibo!

Si parte alle 11.00 con la pulizia e riqualificazione di Piazzetta del Garraffo (di fronte all'Instituto Cervantes), seguito dal pranzo sociale e le performance di tanti artisti!

Novembre 2, 9, 16, 23, 30 un solo Mercoledì: Dicembre 6, Laboratorio Taccuini di viaggio a cura di Anna Cottone Pubblico · Organizzato da Associazione Flavio Beninati via Quintino Sella, 35, 90139 Palermo

Laboratorio di Taccuini di Viaggi di Anna Cottone
" RACCONTARE DISEGNANDO"
UN VIAGGIO NELL'INFANZIA

La vita di ognuno di noi è un viaggio e ogni minuto meriterebbe di essere raccontato. Si può raccontare con parole ma anche con immagini, foto, disegni, schizzi.
In questo laboratorio ci si propone di raccontare un frammento di questo viaggio in forma di Taccuino con disegni e parole, (come ci hanno mostrato i numerosi taccuini elaborati da artisti e viaggiatori stranieri di una volta),in un rimando continuo di oggetti, ambienti, figure e scrittura, affidando la sua realizzazione pittorica prevalentemente alla tecnica dello schizzo acquerellato fra tutte le tecniche la più difficile ma anche la più semplice da praticare.
Basta, infatti, una piccola scatola di colori o di matite e un pennello per disegnare in qualsiasi posto.
Ormai da due anni, da quando ho iniziato i laboratori all’Associazione Flavio Beninati propongo un viaggio da raccontare attraverso la pratica del taccuino di settecentesca memoria.
Quest’anno il viaggio che intendo iniziare con voi è una sorta di viaggio alla ricerca del tempo di perduto di Proust, un “Viaggio nella propria infanzia”, nei luoghidove si annidano memorie di persone, oggetti, giochi, giardini, strade, feste, odori, scoperte, sconfitte.
La dimensione infantile si colloca dentro una sorta di cerchio magico la cui forza immaginativa è cosi pregnante da superare ogni realtà anche la più dolorosa e segna tutta la nostra vita.
Non c’è bisogno di essere esperti pedagogisti per raccontare la propria infanzia, perché ognuno di noi l’ha attraversata, con sguardo e passi molto più attenti di quanto un adulto supponga.

DISEGNO E RAPRESENTAZIONE DEL REALE
Ma come si può raccontare il passato attraverso il disegno, specie se di quest’ultimo non abbiamo esperienza? Sembrerebbe più facile raccontarlo con parole. Ma le parole a volte non sono sufficienti, e se non si ha pratica di scrittura, raccontare la propria infanzia non è semplice.
Spesso invece un’immagine è molto più significativa di una parola, spesso una sola immagine racchiude in se tante storie e tante parole.
Per raccontare la propria infanzia o suo frammento,attraverso il disegno e la mano che lo guida,sarà però necessario impratichirsi delle tecniche di base, bisognerà iniziare alcuni semplici esercizi di osservazione e rappresentazione della realtà, dove forma, luce e colore, soventevengono da noi guardati senza essere realmente visti.
Si ha infatti spesso della visione delle cose che ci circondano una configurazione mentale già sedimentata che non ci permette di vedere con libertà.
Si sperimenterà:
- La pratica del disegno nel suo rapporto sfondo/ figura
- La pratica dell’acquarello, la cui natura essenziale e la luce e la trasparenza
- Si daranno nozioni base sulla natura del colore e delle sue tre dimensioni.

Gli otto incontri in programma daranno solo i primi strumenti di base per iniziare a dialogare con il disegno e il colore;ma se la tecnica presuppone un lungo allenamento la composizione di un taccuino è più semplice.

Le DATE, di Giovedì:
Ottobre 19, 26
Novembre 2, 9, 16, 23, 30
un solo Mercoledì:
Dicembre 6

GLI ORARI: 18,00 -20,00

Il taccuino e il racconto
Ma per arrivare all’elaborazione di un taccuino sarà necessario, oltre che il lavoro in sede (dove si privilegerà, nei primi tre incontri, esercizi tecnici), il lavoro di ricerca a casa, sia sui materiali che serviranno per la costruzione del taccuino stesso,( foto, oggetti, canzoni ecc) sia sulla pratica del disegno e dell’acquarello che ha bisogno di un appassionata sperimentazione per raggiungere un risultato appena soddisfacente.
Sarà necessario quindi assumere la veste di esploratori e recuperare alcuni degli oggetti sotto elencati:
-Da un minimo di 5 a un massimo di10 immagini della propria infanzia, sia in cui siate ritratti soli che in compagnia,(luoghi all’aperto come mare, giardino, montagna, o al chiuso come feste, casa dei nonni, la propria stanza ecc) sia immagini di luoghi in cui non appariate ma che sono stati significativi per voi (come luoghi di vacanza o scolastici, strada o quartiere in cui avete vissuto)
-Da un minimo di 5 a un massimo di 10 oggetti di memoriache potrebbero essere tra quelli qui di seguito elencati ma anche altri: - libro di favole o racconti- un brano musicale e le sue parole- una letterina natalizia ( se e stata conservata)- una pagella scolastica-1 o piu giochi ( carte, tombola, bambola, pelusch), ecc…
ecc…
Questo materiale sarà ridisegnato e impaginato su un taccuino( Fabriano Watercolor 14,8x21 da 300 gr.) con note e scritti fino a formare un breve racconto.

GLI STRUMENTI
Ogni partecipante dovrà possedere un kit di base composto da
N°1- Album con carta ruvida Fabriano da 200gr per gli studi iniziali,
N°4 - Pennelli, misto sintetico./martora o sintetici (n.1,5,12 tondo e uno piatto n 10).
N°1 - Astuccio di acquarellida 12 di media qualità (Maimeri o Winson& Newton).
N°1-TaccuinoFabriano Watercolor 14,8x21 da 300( per il Diario finale)

ANNA COTTONE, biografia
Nata a Palermo, architetto/designer é stata professoressa di Disegno Industriale nella Facoltà di Architettura di Palermo fino al 2010.
Ha sempre viaggiato disegnando e scrivendo, privilegiando la conoscenza lenta dei luoghi, mediante la realizzazione di piccoli Carnet di Viaggio di settecentesca memoria. (Isole del Mediterraneo, Grecia, Danimarca, Messico, Egitto, Venezuela, India, Nepal, Marocco, Indonesia).
Nel 2012 aderisce al movimento internazionale degli Urban Sketchers condividendo i suoi disegni nei social network e partecipando a incontri ed eventi ( Palermo, Catania, Acireale, Trapani, Ferrara, Mestre, Cuneo, Clemont- Ferrant).
Dal 2013 promuove la formazione del gruppo palermitano degli Urban Sketchers, organizzando incontri mensili (Sketch Crawl) nei luoghi urbani di Palermo.
Dal 2014 espone i suoi taccuini in mostre personali e collettive a Palermo (Museo Riso, Libreria del mare, Villa Niscemi, Eco- Museo del mare, Orto botanico di Palermo, liber), Ferrara (Palazzo della Rocchetta), Cuneo (Fondazione Peano), Mestre (Fondazione Candiani).
Dal 2015 conduce Laboratori di disegno sul tema del taccuino di viaggio (Orto Botanico di Palermo, Associazione Flavio Beninati, Nautoscopio, Isola di Levanzo).
Nel 2016 partecipa a “Una marina di Libri”
Nel Novembre 2016 partecipa, su invito, al Festival di Carnet di Viaggio di Clermont Ferrant in Francia.

NON E' SUFFICIENTE IL ''PARTECIPERO'' CLICCATO SU QUESTA PAGINA NE' COME PRENOTAZIONE , NE' COME ISCRIZIONE.
Per prenotazioni ed info inviare una mail all'indirizzo info@flaviobeninati.net

domenica 17 dicembre ore 10, Palermo di Carta. Da piazza Marina a piazza Bellini · Organizzato da Terradamare | Cooperativa Turistica a Palermo

L'immagine può contenere: spazio all'aperto
Passeggiata domenicale ‘Palermo di carta’, da piazza Marina a piazza Marina. Da "Palermo di carta. Guida letteraria della città", di Salvatore Ferlita, edizioni il Palindromo

domenica 17 dicembre ore 10: un’esplorazione letteraria che riporta un patrimonio di storia e cultura nei labirinti di piazze, edifici, monumenti, una dimensione narrativa che svela gli aspetti storici e contemporanei della percezione di Palermo. Con il supporto della mappa letteraria della città, scopriremo scrittori che in questi luoghi hanno ambientato le loro opere.
Percorso: Piazza Marina, complesso monumentale Steri (esterno), Kalsa, Spasimo (interno), Magione, Piazza Rivoluzione, Piazza Bellini.
Costo: € 25 (comprende: libro*, ingressi ai monumenti, auricolari, guida turistica locale e operatori culturali, degustazione street food).

Prenotazione obbligatoria. Tel 329.8765958 – 320.7672134 – eventi@terradamare.org - www.terradamare.org/infoline
_______________
Ci sono tante Palermo , la Palermo delle macerie, delle favole e la Palermo narrata dalle parole degli scrittori, che l’hanno reinventata, riformulata, abbellita, abbruttita e, a volte, annientata.
Palermo di Carta sono più percorsi contemporaneamente, attraverso i quali attraversare le strade e le piazze della città, rileggendone la fisionomia originaria , associando agli elementi storici, alla belle zza e al fascino dei suoi angoli il labirinto di parole di chi questa città l’ha resa altrettanto immortale ed eternamente suggestiva.
Inizieremo da Piazza Marina, luogo dove oggi sorge lo splendido giardino di villa Garibaldi, a pochi passi da Palazzo Steri e che ci narra la storia di una città di spettacoli pubblici e torture, di ricostruzioni e di delitti.
Dalla Kalsa allo Spasimo, una città che si sgretola, ma bellissima, tra lumini e banchetti e la poesia del cielo incorniciato dallo Spasimo. Ritorneremo verso il fasto barocco, fermandoci a Piazza Bellini, dove le logge delle suore non esistono più, osservando le trasformazioni di una città che nasce e rinasce ogni giorno.
Dal libro, ai vicoli dello scrigno romanzesco della Palermo di carta, passeggeremo con il supporto della mappa letteraria di Palermo, leggendo libri, guardando l’arte, riscoprendo luoghi, reinventando cammini.
“Palermo di carta” unisce bellezza artistica e bellezza letteraria, per uno sguardo completo sulla città, concedendo il tempo necessario per guardare, parlare, fermarsi a leggere una frase, fotografare, prendere appunti: un tour che dedica alla scoperta il tempo della lettura.
Palermo di carta è misterica, fantasmatica, sotterranea, uno scrigno romanzesco dalle incredibili potenzialità”, una città che per le sue eredità letterarie e monumentali permette di creare connessioni diverse e letture trasversali sul piano sociale e antropologico.Ne sono nati numerosi racconti, che nei secoli, ma anche in epoca contemporanea, sono diventati pagine di letteratura firmate das crittori siciliani e da grandi viaggiatori che hanno raccontato la loro meraviglia di fronte alla millenaria bellezza di Palermo.
Una Palermo vista con occhi diversi e che ne ha evidenziato la natura multiforme: chi si innamorava continuamente delle sue diafane strade, chi sognava i Beati Paoli, chi narrava di mondi che facevano da teatro a tragedie quotidiane.
Passeggeremo nei luoghi, osservando, analizzando l’arte; leggeremo brani scelti dal libro Palermo di carta di Salvatore Ferlita, edizioni il Palindromo. Un’esplorazione letteraria che riporta un patrimonio di storia e cultura nei labirinti di piazze, edifici, monumenti, una dimensione narrativa che svela gli aspetti storici e contemporanei della percezione di Palermo.
Con il supporto della mappa letteraria della città, scopriremo scrittori che in questi luoghi hanno ambientato le loro opere.

*Nota:
per chi è già in possesso del libro e per i gruppi o le coppie che prenoteranno, sarà possibile acquistare una copia del libro ‘Palermo di carta’, con la mappa letteraria di Palermo allegata, o un buono per l’acquisto di un altro libro edizioni il Palindromo, da spendere durante Jingle Books.

Percorso:
1. Piazza Marina – Marcello Benfante, Distruzione e rifondazione di Palermo
2. Complesso Monumentale Steri (esterno) – Silvana La Spina, Morte a Palermo
3. Kalsa – Gian Mauro Costa, Festa di piazza
4. Spasimo – Vincenzo Consolo, Lo Spasimo di Palermo
5. Magione – Davide Enia, Maggio ’43-
6. Piazza Rivoluzione – Davide Camarrone, Lorenza e il commissario
7. Piazza Bellini– Mario Giorgianni, La forma della sorte
8. Palazzo Asmundo, Jingle Books, fiera del libro di Natale

17 novembre 2017 - La mia ultima donazione di sangue


 donate sangue......donerete VITA.

CARATTERISTICHE DEL SANGUE
Il sangue è un tessuto liquido che rappresenta circa l’8% del peso corporeo e che adempie a svariate funzioni vitali. Esso si compone essenzialmente di una parte liquida, plasma e di una parte corpuscolata, globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. In base a particolari sostanze presenti sulla superficie dei globuli rossi il sangue si differenzia in 4 tipi fondamentali: gruppo A, gruppo B, gruppo AB, gruppo O(zero). Ognuno di questi gruppi è definitivo positivo o negativo dalla presenza o meno del “fattore RH”.




PERCHE’ IL DONO DEL SANGUE
In tutti questi casi c’è bisogno di sangue. Per averne disponibilità ai fini terapeutici, è necessario che, chi è in buone condizioni di salute, spontaneamente ne dia un po’ del suo. Tale atto è un dovere civico e come tale deve essere gratuito; nello stesso tempo è una scelta intimamente personale e perciò deve essere volontario.

CHI PUO’ DONARE IL SANGUE
Può donare il sangue chiunque goda di buona salute, abbia un’età compresa fra i 18 e i 65 anni e pesa almeno 50 Kg. Sono escluse dalla donazione le persone che siano, o siano state, affette da particolari disturbi, fra cui indichiamo i seguenti: malattie veneree, epatite virale, affezioni vascolari o cardiache, malattie croniche renali, ulcera gastroduodenale, diabete. Comunque, una visita medica accurata e controlli di laboratorio stabiliranno la idoneità alla donazione.

PER LA DONNA
Le caratteristiche specifiche dell’organismo femminile impongono qualche accorgimento di fronte alla donazione di sangue: per esempio, è opportuno evitare di sottoporsi al prelievo durante la mestruazione. La donna inoltre deve astenersi alla donazione durante la gravidanza e per un anno dopo il parto.

DOVE SI PUO’ DONARE IL SANGUE
Ci si deve rivolgere per avere informazioni ai Centri di raccolta o ai Centri Trasfusionali aperti nella zona. Le donazioni possono essere effettuate, per legge, ad intervalli minimi di 90 giorni e comportano il prelievo di 400-450 cc. di sangue, prontamente reintegrati dall’organismo. Occorre presentarsi a digiuno (solo caffè, thé, succo di frutta).

LA DONAZIONE IN AFERESI
L’Aferesi è una tecnica alternativa tecnologicamente più avanzata rispetto alla tradizionale donazione, che permette la raccolta selettiva di uno o più componenti del sangue ( globuli rossi-plasma-piastrine) e la restituzione al donatore di quelli non necessari per l’impiego terapeutico. La donazione in aferesi dura qualche minuto in più….ma offre numerosi vantaggi: E’ più sicura, in quanto utilizza circuiti sterili e monouso e permette la compensazione isovolemica del Donatore con soluzione fisiologica; E’ tecnologicamente più avanzata, in quanto si avvale dei separatori cellulari automatici di ultima generazione; Permette la donazione personalizzata, per emocomponente, quantità e ritmo, in base ai parametri emato-chimici del donatore ed ai suoi tempi di recupero; Permette di ottenere emocomponenti di alta qualità, plasma-piastrine-globuli rossi, di maggiore efficacia clinica; Si può prenotare, giorno ed ora; Permette una raccolta ottimale senza sprechi, in base ai bisogni dei malati e per gruppo sanguigno; Si avvale di personale specializzato dedicato, Medici ed Infermieri Professionali. Ti invitiamo a far parte del nostro gruppo di Donatori di Aferesi. La tua partecipazione è indispensabile per migliorare l’assistenza trasfusionale di Palermo, adeguandola agli standard europei più avanzati.

IL SANGUE: UN DIRITTO TROVARLO UN DOVERE DONARLO
 Ti ringraziamo per averci dedicato un po’ d’attenzione. Ci auguriamo di avere suscitato in te il desiderio di saperne di più, per esempio sulla realtà dell’Associazione: siamo a tua disposizione, in molte manifestazioni popolari e nei nostri uffici. Donare il sangue è innanzitutto un dovere civico; se sei in condizioni di farlo non aspettare; non riservare la Tua solidarietà ad un evento tragico. La necessità di sangue da trasformare è un fatto quotidiano, che diventa critico ogni volta che il sangue manca. Aimatos in collaborazione con il Servizio di Medicina Trasfusionale Azienda Ospedaliera Villa Sofia C.T.O.