domenica 30 aprile 2017

01 maggio - Fiera di Maggio a Montemaggiore Belsito


Dopo la benedizione dell’altare e della tavola imbandita, ha imzio il pranzo, aperto a tutti coloro che desiderano prendervi parte, e vengono servite le tipiche pietanze volute dalla tradizione. Tutte le pietanze, infatti, vengono preparate secondo le ricette e con tutti gli ingredienti tradizionali. Il pranzo prevede la pasta con salsa e finocchietti di montagna, il riso con le lenticchie, le fritture di cardi, di carciofi, di baccalà e di broccoli ricoperti con pastetta e poi la golosissima “ghiotta” (pietanza tipica locale), la “pignulata”, il cannolo con ricotta, e le “sfince”, il tutto innaffiato con ottimo vino locale

Il Calendario Escursione e Viaggi Natura con la Cooperativa Silene - Gli appuntamenti di maggio: 7 maggio ● Parco di Selinunte e pranzo rustico (TP) 14 maggio ● L’uliveto storico di Mimiani (CL) 21 maggio ● Madonie: il Monte Catarineci da Gorgo Nero (CL) 20-21 maggio ● La Valle del Salso, tra zolfare e archeologia (AG) 28 maggio ● Golfo di Castellammare: Monte Inici (TP)

LIBRI: L'Homosauro di Gianni Daniele - L'autore Libri Firenze

I racconti de L'Homosauro di ùGianni Daniele, con indicibile familiarità, continua a creare situazioni paradossali intrigando, senza limiti di tempo e di spazio, demoni e fantasmi, terrestri ed alieni, potenti e disperati che il lettore "vede" agire attraverso l'arguzia e l'ironia del giornalista per il quale ogni vicenda è una sfida.

venerdì 28 aprile 2017

LIBRI: Quattordici novelle di Luigi Capuana - Società Editrice Internazionale


29 aprile / 03 maggio - Festa Del Santissimo Crocifisso Edizione 2017 a Monreale (PA)

Festa Del Santissimo Crocifisso - Monreale
SABATO 29 APRILE
17.00: Inaugurazione mostra personale del maestro Giuseppe La Bruna, complesso abbaziale benedettino, sala San Benedetto
21.30: Cabaret con Sasà Salvaggio, piazza Guglielmo

DOMENICA 30 APRILE
12.30: Giro di Sicilia, raduno motociclistico per raccolta fondi della Ong Bambini del deserto, Asd Bisonti explorer, piazza Vittorio Emanuele
17.30-18.30: Balli di gruppo e balli in costume d’epoca associazione “Noi sempre giovani”, villa Savoia
21.30: tributo a Mango Emmedue Band, piazza Guglielmo
LUNEDI’ 1 MAGGIO
9.00-17.00: Bande, Tamburinai di Aspra di Gaetano La Licata per le vie del paese
10.00-17.00: Sbandieratori associazione Santa Maria del Castello Vicari, gruppi folkloristici “Trinacria Bedda” e “Montereale” per le vie della città
10.30: Corteo storico medievale “Sposalizio di Guglielmo” associazione Tema, arco degli Angeli, piazza Guglielmo
11.00: Sfilata tradizionale dei carretti siciliani per le vie della città
18.30: Cerimonia dei passaggi, vestizione dei nuovi confrati, santuario Santissimo Crocifisso
21.30: Cover band Ligabue con Matteo Becucci, piazza Guglielmo


MARTEDI’ 2 MAGGIO
7.00: Alborata a Monte Caputo
9.00-17.00: Bande, Tamburinai di Aspra di Gaetano La Licata per le vie del paese
18.00-19.00: Arrivo della Croce tra storia e leggenda, associazione Tema, Villa Savoia, fontana del Pozzillo
19.00: Primi vespri solenni presieduti dall’arcivescovo Michele Pennisi, santuario Santissimo Crocifisso
21.30: Concerto Michele Zarrillo, piazza Guglielmo
MERCOLEDI’ 3 MAGGIO
7.00: Alborata a Monte Caputo
9.00: Omaggio bandistico Santuario Santissimo Crocifisso, tamburinai di Aspra Gaetano La Licata per le vie della città
10.30: corteo della Confraternita del Santissimo Crocifisso dalla Collegiata al Palazzo di Città e al palazzo arcivescovile
11.00: Solenne pontificale presieduto dall’arcivescovo Michele Pennisi, Chiesa Collegiata
14.00: Tradizionale discesa a spalla del Venerato Simulacro del Santissimo Crocifisso chiesa Collegiata
18.00: Tradizionale processione a spalla del venerato Simulacro del Santissimo Crocifisso per le vie della città.

28 aprile - Circus GodBusters 2° Tappa Oggi alle ore 20:00 · Steampub · Palermo

I GodBusters presentano: → CIRCUS GODBUSTERS ← VENGHINO SIGNORI E SIGNORE! VENGHINO! PER VOI LA SECONDA TAPPA del PRIMO Circo Itinerante delle "Arti Moderne" ↳ E per "Arti moderne" intendiamo "Robe contemporanee" ↳ E per "Circo" intendiamo "Che non c'entriamo niente l'uno con l'altro". QUINDI un'accozzaglia di GENTI, riunite per divertirci! -START ORE 20.00- Vi aspettiamo dall'Aperitivo ;) ➤ MOSTRA FOTOGRAFICA a cura di Angelo Campanella Il locale verrà tapezzato di foto quindi "accura"! (la stampa costa e noi siamo poveri...) ➤ MOSTRA AUDIOVISIVA a cura di Salvatore Fisichella Proiettore, motore... Azione! A ciclo continuo il repertorio GodBusters e delle nostre collaborazioni maggiori -START SHOW ORE 22.00- ➤ SHOW di FUOCO con le Focoliere Gaia Passannanti ≈ & Lua Audaz La strada si illuminerà e saranno fiamme e giochi di luce. Non perdetevi lo show delle artiste di strada che apriranno la serata ➤ FEARFUL SYMMETRY Videogame by Claudio Bozzotta Quante volte vi capitato nella vita di incontrare qualcuno che ha creato un videogioco? Ecco la vostra occasione! Per voi la possibilità di poter giocare a questo splendido puzzle game basato sulla simmetria.. c'è da impazzire ;) ➤ Kundalini Band (Virginia Arcuri, Giorgia Cravotta e Stefano Blandino) Genere Folk, Indie? Loro direbbero "Musica Vaaaria", e a noi sta bene, siamo pur sempre un Circo! Ci accompagneranno in un viaggio musicale che ci condurrà lentamente verso l'apice della serata. ➤ DJ SET CroxiBeats ▸Avete preferenze musicali? Lui vi accontenterà ▸Volete della semplice musica? Lui vi accontenterà ▸Volete tirare avanti fino all'alba? Lui vi accoltellerà. Ragà, c'è gente che dorme e l'indomani si lavora, non scherziamo. ➤FOTOGRAFA Caterina Ragusa E' una faina, quindi è inutile che vi nascondete. ↳ Che poi le foto piacciono a tutti... Enjoy n Stay Tuned! ☯ LOCATION ☢ Steampub via delle sedie volanti 19 Palermo (prima di piazza San Cosimo) PALERMO ☯ INGRESSO FREE ☯ Password Shot Omaggio: ☢ CerchiamoDio (fino ad esaurimento scorte) -END ORE 00.00- *EVOLVING

01 maggio - Primo MagGione - Festa dei Lavoratori - Vol. II 1 maggio - 2 maggio · Piazza Magione · Palermo

#PrimoMagGione Per la festa delle lavoratrici e dei lavoratori, che si tiene ogni anno il primo Maggio, la Rete degli Studenti Medi e l'UDU Palermo - Unione degli Universitari Universitari, in collaborazione con il PYC - Palermo Youth Centre, organizzano anche quest'anno un'intera giornata di musica, intrattenimento e aggregazione sociale all'insegna del lavoro e dei diritti. L'evento di quest'anno è patrocinato dalla CGIL Confederazione Generale Italiana del Lavoro, dal Comune di Palermo e dall'Università degli Studi di Palermo - UNIPA. -----------------------------PRIMO MAGGIO STUDENTESCO--------------------- Il Primo Maggio studentesco è un grande evento di aggregazione giovanile della Città di Palermo che ogni anno raduna migliaia di ragazzi e ragazze. Una giornata all'insegna di musica, sport e divertimento anima la tradizione della giornata in cui ricorre la festa dei lavoratori. #PROGRAMMA H 12:00 --> INIZIO DELLA FESTA A PIAZZA MAGIONE (Piazza Magione) ---------------------------------MUSICA---------------------------------------------------- Già alla prima edizione sul palco del Primo mag(g)ione si sono esibiti decine di artisti tra band locali emergenti, gruppi e musicisti di fama locale e nazionale. La scaletta degli artisti per l'edizione 2017 prevede come Main Artist il nostro Davide Shorty. Gli artisti che si esibiranno all'interno dell'evento saranno: gli Halfchicken, gli Hot Road, i Mode, i Voodoo Bros, Sandro Joyeux. Durante la giornata, prevederemo anche una Jam-Session oltre che un DJ-Set subito dopo l'esibizione del nostro Davide Shorty!!! Eccovi alcuni degli artisti che si sono esibiti nella scorsa edizione: Lello Analfino (from Tinturia), Matrimia, Tre Terzi, La Banda di Palermo, Medea, Lassatilabballari, Smuggler Brothers e tante altre band. ----------------------------------------- ZONA RISTORO ------------------------------- In un Primo Maggio che si rispetti non può mancare buon cibo e buon vino, ma la nostra idea di Festa dei lavoratori tiene dentro attività culturali, sportive e di intrattenimento pensato per un pubblico di tutte le età. Durante la scorsa edizione, oltre a tanti esercizi commerciali che hanno offerto i loro servizi di ristorazione, il Primo Mag(g)ione ha ospitato una mostra sul tema della legalità, decine di artigiani che hanno avuto la possibilità di esporre i propri prodotti, stand informativi e promozionali, attività sportive, per bambini e tant'altro! ------------------------------------------------------------------------------------------------ Continua a seguire l'evento per conoscere tutte le novità sulla giornata Per info e trasporti contattaci a UDU Palermo - Unione degli Universitari. #PrimoMagGione #festadeiLavoratori #staytuned

2-5 giugno 2017 Viaggio naturalistico alle Isole Egadi, Levanzo e Marettimo Guida: Giuseppe Ippolito

2-5 giugno 2017 Viaggio naturalistico alle Isole Egadi, Levanzo e Marettimo Guida: Giuseppe Ippolito Fra le isole dell’arcipelago delle Egadi, Levanzo è la più piccola, 5 kmq di estensione, ed è caratterizzata da rocce calcaree bianche e coste dirupate. Grazie al relativamente basso numero di abitanti l’isola è riuscita a conservare circa 400 specie di piante, soprattuto rupestri, alcune delle quali endemiche. Altro aspetto che rende l’isola unica è la presenza, sulle pareti di una delle grotte di origine marina, di incisioni paleolitiche e figure dipinte di età neolitica. Le incisioni e le pitture della grotta nota come “Grotta del Genovese”, hanno portato nuova luce nel panorama dell’arte preistorica europea. Uno degli aspetti paesaggistici più gradevoli di Marettimo è la diffusa copertura del suolo da parte di piante arbustive mediterranee. Non le piante erbacee annuali o le graminacee che in Sicilia sono il risultato della trasformazione millenaria della gariga in pascolo o seminativo. A Marettimo, come in vaste aree della Sardegna e della Corsica, il verde si mantiene anche in estate, a dispetto dell'aridità, e i colori della gariga mediterranea, con l'aggiunta dei suoi aromi, dominano insieme al blu e al rumore del mare. Cinque specie vegetali sono endemiche esclusive di Marettimo. Tra queste c'e' una piccola apiacea rupestre, il Bupleurum dianthifolium Guss., che doveva avere in passato areale ben piu' esteso e oggi si trova solo sulle rupi del Monte Falcone, m 686, la cima più alta dell'isola. Marettimo si è separata dalla Sicilia, per innalzamento del livello del mare, circa 600.000 anni fa. Dai Greci fu chiamata Jiera (falco) ed è la più verde, la meno antropizzata, la più montuosa delle isole Egadi. La costa occidentale presenta imponenti pareti calcaree a strapiombo sul mare e numerose grotte. Programma 

Venerdì 2 giugno: 
Raduno dei partecipanti a Piazzale John Lennon (ex Giotto) a Palermo alle ore 7.45 e partenza con auto proprie per Trapani. Imbarco in aliscafo per Levanzo alle ore 09.40. Arrivo previsto alle ore 10.25. Dopo aver lasciato i bagagli al bar vicino al porto, partenza a piedi lungo il sentiero costiero verso i faraglioni e alla Grotta del Genovese. Visita guidata della Grotta e rientro a piedi lungo sterrata. Nel pomeriggio possibilità bagno in mare a Cala Mennula. Alle 18.20 aliscafo per Marettimo dove è previsto l’arrivo intorno alle 18.45 Sistemazione in B/B ed in appartamenti in stanze doppie e/o triple. Cena e pernottamento. Scheda tecnica: lunghezza percorso km8 circa, dislivello complessivo m300 circa. 
Sabato 3 giugno: 
Dopo la prima colazione, partenza a piedi per Punta Troia; possibilità di fare il bagno. Colazione al sacco. Rientro in paese in pomeriggio (possibilità di rientrare con servizio barca-taxi). Cena e pernottamento. Scheda tecnica: lunghezza percorso (andata e ritorno): 8 km circa, dislivello: 300 m circa 
Domenica 4 giugno: 
Dopo la prima colazione, partenza per escursione alle Case Romane e Semaforo (500 m s.l.m.), discesa verso Punta Libeccio e Faro, con possibilità di bagno a Cala Nera. Rientro lungo sterrata forestale. Cena e pernottamento. Chi non ha preso un giorno di ferie il lunedì può rientrare oggi in serata. Scheda tecnica: lunghezza circa km12, dislivello complessivo circa m700 (compresa la salita lungo la strada del ritorno). 
Lunedì 5 giugno: 
Prima colazione e partenza per escursione a Punta Bassana (183 m s.l.m.). Discesa verso Cala Marino con possibilità di fare bagno. Chi lo desidera potrà effettuare, se le condizioni meteo lo consentono, il giro in barca dell’isola. In pomeriggio, ripresi i bagagli, partenza in aliscafo per Trapani alle ore 16.30 con arrivo previsto alle ore 17.50. Rientro a Palermo in serata. 

Quota di partecipazione: €245 comprensiva di tariffa aliscafo, tre cene, tre pernottamenti con prime colazioni, ingresso alla grotta del Genovese e quota Artemisia. Ovviamente chi parte domenica pomeriggio ha la quota di partecipazione decurtata di conseguenza. Contributo per il trasporto, a carico di chi fruisce di passaggio in auto da Palermo a Trapani, €10. Chi desidera può arrivare al Porto di Trapani con il pullman di linea. In tal caso appuntamento al molo degli aliscafi entro le 9,15. Le adesioni vanno comunicate a Giuseppe (3403380245) contestualmente al versamento di un acconto di €50 (in sede Artemisia in portineria via Serradifalco, 119 o presso il negozio Genchi Extreme in via Cavour,28 a Palermo o bonifico). Il numero dei posti è limitato quindi si accetteranno le prenotazioni fino ad esaurimento degli stessi. Qualche nota naturalistica la trovate qui: https://murieta70.blogspot.it/2014/03/marettimo.html Artemisia, società cooperativa a r.l. per il turismo sostenibile e l’educazione ambientale. Via Serradifalco, 119 ­ 90145 Palermo. Tel 3403380245 E­mail: info@artemisianet.it; Sito: www.artemisianet.it

29 aprile - 29 Gianmaria Camilleri presenta il libro L'Ispettore Zuccala' - Il mistero del Dottore Domani alle ore 17:00 · Mondadori Megastore Palermo

Gianmaria Camilleri presenta il libro L'Ispettore Zuccala' - Il mistero del Dottore Interviene: Tony Sperandeo attore Esistono segreti che alimentano fantasmi, fungono da supporto dei sogni e rappresentano l’eredità della vita psichica. Hanno anche il dono di essere trasmissibili. Attraversano le persone, le famiglie, la tradizione culturale così come un lascito, un’eredità, un nome. Per mezzo del segreto o del mistero transita la violenza, la complicità, i messaggi, la paura e i desideri; ma anche i sintomi più macabri, sovversivi. Attorno al segreto si stabilisce il legame sociale e anche la sua rottura, non perché il segreto necessariamente contenga la verità, ma perché mediante esso si può nascondere il male causato. Gianmaria Camilleri ha creato un affascinante racconto con la trama intricata, un “poliziesco psicologico”, penetrante ed incisivo, che conferma la frase: “La vendetta è un piatto da servire freddo”. Gianmaria Camilleri scrittore di origini siciliane. Nell’anno 2013 esordisce con il romanzo “Confessione”, che tratta di pedofilia ecclesiastica; mentre nell’anno 2015 pubblica il romanzo “Al di là dell’amore”. “Il mistero del dottore” è il suo terzo romanzo e il primo della serie delle coinvolgenti storie sulle indagini dell’ispettore Zuccalà.

Syria incontra il pubblico e firme le copie dell'album IO+IO Gio 18:30 · Mondadori Megastore Palermo

Acquista il cd presso il Mondadori store indicato da venerdì 28 aprile e riceverai il pass per avere accesso prioritario al firma copie con Syria Sono passati oltre vent’anni dall’esordio di Syria quando, allora poco più che diciottenne, trionfò a Sanremo Giovani con Non ci sto dando il via ad una carriera caratterizzata dalla sperimentazione e da un percorso stilistico sempre interessante ed in evoluzione. Con il tempo la “ragazzina” è cresciuta, si è fatta donna e poi mamma, ma non ha mai perso l’entusiasmo e la curiosità che hanno influenzato la produzione di tutti gli album fino a qui pubblicati - ben 10 in tutto – che giustificano pienamente la realizzazione di questo primo Best Of. In realtà l’idea di questa raccolta nasce e si sviluppa qualche tempo fa, in occasione di un concerto evento per il ventennale di carriera tenuto presso il Teatro Grande di Brescia “Syria – Vent’anni in una notte”: con lei sul palco quella sera c’erano tanti amici e un’orchestra di cinquanta elementi diretta dal maestro Bruno Santori. Syria ha ripercorso qui le tappe più importanti di una carriera eclettica, dimostrando ancora una volta grande capacita di mantenere la stessa credibilità pur spaziando dalle melodie di Mattone, al pop-rock di Biagio Antonacci… dalla spensieratezza di Jovanotti all’elettronica del suo alter ego, Airys. Da li è partita l’idea e da li arriva SYRIA IO+IO la prima raccolta ufficiale con ospiti (Emma, Noemi, Paola Turci, Francesca Michielin, Ghemon, Emiliano Pepe), che contiene anche 5 inediti e la cover del brano di Ambra Io Te Francesca e Davide. Anticipato dal singolo “Lontana Da Te”, in radio dal 31 Marzo, SYRIA IO+IO sarà in tutti i negozi dal 28 Aprile

Lunedì 1 maggio 2017 Primo Maggio a piedi nudi, lungo la spiaggia di Eraclea Minoa e foce del fiume Halycos Guida: Giuseppe Ippolito

Lunedì 1 maggio 2017 Primo Maggio a piedi nudi, lungo la spiaggia di Eraclea Minoa e foce del fiume Halycos Guida: Giuseppe Ippolito Passeggiata a piedi nudi, chi vuole anche con le scarpe, lungo la spiaggia di Eraclea Minoa fino alla foce del fiume Platani (il nome greco di questo fiume era Halycos). Dalla spiaggia, salita sulla scogliera fino al sito archeologico di Eraclea, piccolo insediamento greco che fu colonia selinuntina fondata intorno al 570 a.C. La passeggiata consente di osservare le dune di sabbia chiara sulle quali si insedia vegetazione alofila e psammofila e la falesia di Capo Bianco, la grandiosa bianca scogliera del Pliocene. Altri punti di interesse naturalistico sono la flora ripariale del Platani e la sorprendente entomofauna delle dune di sabbia. Il Capo "bianco" è tale per il colore delle marne a globigerine del Pliocene. Le marne sono un misto di argilla e calcare ed è interessante osservare sul posto (con dettagliate spiegazioni della guida) i ritmi regolari nella percentuale di calcare nella successione sedimentaria che registrano variazioni periodiche millenarie dei parametri orbitali terrestri. Programma Il raduno per la partenza è fissato alle ore 8,15 in Piazza John Lennon (Piazzale Giotto). In auto per la Palermo-­Sciacca e quindi SS115 in direzione di Agrigento. Il percorso si sviluppa prevalentemente lungo la spiaggia con un breve tratto sulla scogliera. Possibilità di bagno di mare. Pranzo al sacco condiviso. Il rientro è previsto per il pomeriggio intorno alle ore 19,00. In occasione della festa dei lavoratori prevediamo letture di testi a tema durante la sosta pranzo, chi vuole può proporre un proprio contributo. Scheda tecnica: Dislivello: circa m 50 Lunghezza circa km8 Difficoltà: facile, un omino. Si prevede il trasferimento con auto proprie. Chi ne è sprovvisto può trovare passaggio al momento della partenza. Si raccomanda di comunicare alla guida la propria partecipazione sia per assicurarsi il passaggio auto sia per offrirlo. Si consigliano scarpe comode, anche aperte, ma con cinghia al tallone e suola scolpita, soprattutto per il tratto sulla scogliera. La spiaggia è percorribile anche a piedi nudi. Chi ritiene può portare il costume da bagno. Quota di partecipazione: €8. Ingresso facoltativo area archeologica di Eraclea Minoa €4/2 (intero/ridotto). Per la condivisione delle spese di trasporto indichiamo una quota individuale di circa €9. Recapiti telefonici: Giuseppe 3403380245 Artemisia, società cooperativa a r.l. per il turismo sostenibile e l’educazione ambientale. Via Serradifalco, 119 ­ 90145 Palermo. Tel 3403380245 E­mail: info@artemisianet.it; Sito: www.artemisianet.it

Sabato 29 aprile dalle ore 18:00 – La notte bianca delle scienze: Giordano Bruno e gli EsoPianeti

Sabato 29 aprile dalle ore 18:00 – La notte bianca delle scienze: Giordano Bruno e gli EsoPianeti

Dopo il successo ottenuto per l’evento su Galileo Galilei, il Planetario di Villa Filippina e la Extroart, presentano la Notte Bianca dedicata al famoso e controverso monaco domenicano, Filippo Bruno meglio conosciuto come Giordano Bruno il nolano. Filosofo e scrittore, grande sostenitore dell’Ilozoismo con le sue teorie, che ruotavano attorno a un’unica idea: l’infinito, inteso come l’universo infinito, effetto di un Dio infinito, fatto d’infiniti mondi, da amare infinitamente. Per queste argomentazioni e per le sue convinzioni, fu giudicato eretico e condannato al rogo dall’Inquisizione della Chiesa Cattolica. Il 17 febbraio del 1600, a Roma, fu arso vivo a Campo de’ Fiori consegnandolo alla storia come martire del libero pensiero. Il programma prevede, alle ore 18,00 una Lectio Magistralis tenuta da Aurelio Pes, con una prefazione di Ludovico Gippetto a seguire uno spettacolo con le proiezioni in 3D all’interno della cupola del Planetario, diretto da Marcello Barrale, che guiderà gli spettatori in un viaggio fantastico lungo un percorso dedicato agli EsoPianeti. Giordano Bruno, aveva intuito e scritto, che l’universo infinito, conteneva milioni di altri pianeti, che a loro volta facevano parte di altre stelle con possibili altre Terre sparse in tutto l’universo; pura follia per quell’epoca, ma una visione già contemporanea e aperta che oggi trova riscontro nella reale esistenza di mondi e terre attorno ad altre migliaia di stelle, già presenti solo in una piccola porzione della nostra galassia. Il Planetario di Villa Filippina, ha pensato anche ai più piccoli, che a partire dalle ore 18,00 potranno seguire un percorso dedicato, con una breve introduzione agli EsoPianeti e partecipare ad un laboratorio, dove coloreranno delle grandi sfere di oltre un metro di diametro, realizzate in cartapesta appositamente per l’evento, per stimolare, i ”piccoli astronomi” ad immaginare nuove terre e possibili nuovi mondi che ospitano la vita.
Per tutta la notte si alterneranno i percorsi all’interno del Museo della Scienza e della Terra con spettacoli 3D di circa 30 minuti (che si ripeteranno ogni ora) sugli EsoPianeti ed un viaggio virtuale alla conoscenza dei nuovi pianeti da poco scoperti, con splendide animazioni e ricostruzioni ipotetiche.
Nell’area esterna, il cielo d’Aprile, presenterà una splendida falce di Luna al tramonto, e grazie alle diverse postazioni di telescopi, sarà possibile traguardare il nostro satellite ed anche il pianeta Giove che ancora per alcuni giorni si troverà nel suo periodo di massima osservabilità. Grazie a dei supporti dedicati, sarà possibilità fotografare i corpi celesti con l’uso di camere reflex o semplicemente con il proprio Smartphone.
Orari degli spettacoli al Planetario: ore 19:00 / 20:00 / 21:00 / 22:00 / 23:00 – ticket adulti € 5,00 – bambini € 3,00 – Lab € 5,00
Il laboratorio didattico per bambini e gli spettacoli al Planetario sono a numero chiuso con prenotazione obbligatoria chiamando 328 3669549 / 347 5374646 (o inviando sms al 3397152542) planetariopalermo@gmail.comwww.planetariovillafilippina.com

Domenica 30 aprile 10:00/13:00

Apertura ordinaria del Planetario con due spettacoli dedicati al cielo di primavera e all’attività solare, visite al museo e osservazioni del Sole ai telescopi in luce visibile e -alpha. Orari degli spettacoli al planetario: ore 11:00 / 12:00 ticket adulti € 5,00 – bambini € 3,00

dal 28 aprile all'1 maggio - "Villaggio dell'intercultura" presso Casa Professa - Palermo 17.00 - 22.00 Ingresso gratuito


Sabato 29 e domenica 30 aprile debutta a Palermo la prima edizione del Cannolo Festival presso il SanLorenzo Mercato di Palermo

Sabato 29 e domenica 30 aprile debutta a Palermo la prima edizione del Cannolo Festival, che per la prima volta riunisce in un'unica occasione, a Sanlorenzo Mercato, quattro dei principali distretti produttivi del cannolo, già meta di veri e propri pellegrinaggi di golosi e appassionati.
Per l'evento sono stati selezionati quattro rappresentanti di altrettante zone notoriamente riconosciute come vessilli del cannolo siciliano a regola d'arte. In cima alla lista Piana degli Albanesi, il borgo dell'entroterra palermitano noto ormai come "il paese dei cannoli", custode di una tradizione secolare e di ricette che ancora oggi nascondono segreti di produzione gelosamente custoditi.
A pochi chilometri da Piana degli Albanesi c'è Santa Cristina Gela, che condivide con i cugini di Piana la materia prima dello stesso territorio ma con ricette differenti. Sempre dal palermitano arrivano i cannoli di Chiusa Sclafani, con una lavorazione originale e immediatamente riconoscibile e scorze leggere.
Infine Marsala, a cui spetta il delicato compito di rappresentare la provincia di Trapani, famosa per uno stile unico e inconfondibile già nella forma della scorza (più allungata e appuntita), ma soprattutto nella lavorazione della ricotta (più grezza e meno setacciata), per veri intenditori.
I maestri coinvolti sono Vito Mandalà (Peccati di Gola - Piana degli Albanesi); Gaetano Biscari (Bar del Corso - Santa Cristina Gela); Giuseppe Colletti (Artigiandolce - Chiusa Sclafani); Giacomo Parrinello (Dolce Tentazione - Marsala).
fonte: http://palermo.gds.it

28 / 30 aprile - 5° edizione della Monte Pellegrino Historic, Prestigioso concorso di eleganza dinamico per auto storiche da corsa e sportive a Palermo

il programma della manifestazione con le date e gli orari per la visite libere al paddock e le partenze dal Motor Village Palermo:

VENERDI’ 28 APRILE
1° giorno del Concours d'Elégance dinamique

> Ore 16:30 rientro dei partecipanti dalla 1°Manche: Circuito del Real Parco della Favorita
> Ore 17:00/18:30 – Visita Paddock


SABATO 29 APRILE
MONTE PELLEGRINO RIEVOCAZIONE STORICA
L’ULTIMA VITTORIA DI NUVOLARI
2°giorno del Concours d'Elégance dinamique

> Ore 10:00 - Presentazione partecipanti e partenza per la 2°Manche: Monte Pellegrino Rievocazione Storica (1 salita)
> Ore 12:30/14:00 - Visita Paddock
> Ore 14:30 Partenza dal Motor Village Palermo per la 3° Manche: Monte Pellegrino Rievocazione Storica (1 salita)
> Ore 17:00/18:30 - Visita Paddock


DOMENICA 30 APRILE COPPA CITTA' DI PALERMO
3°giorno del Concours d'Elégance dinamique

> Ore 9:00 - Partenza dal Motor Village Palermo per via della Libertà per la 4°Manche: Coppa Città di Palermo (circuito stradale)

martedì 25 aprile 2017

01 maggio - "The Urgent Beauty", la performance di Stefan1 maggio 2017 „"The Urgent Beauty", ideata da Stefano Schiró, si terrá a Piana degli Albanesi (a partire dal Museo Barbato)“

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi e spazio al chiuso

28-29-30 aprile - 01 maggio 2017 - GIORNATE DELL'AGRICOLTURA a Valledolmo


Nessun testo alternativo automatico disponibile.
L'immagine può contenere: sMS, spazio all'aperto e natura

25 aprile - Primavera a Monte Jato


sabato 29 e domenica 30 aprile - "Madonie Food Festival" a Caltavuturo .

L'immagine può contenere: sMS e cibo
Domenica:
Ore 09:00:
Ore 10:00:
Ore 15.00:
Mungitura delle pecore;
degustazione dei prodotti di trasformazione del latte da Mozzarella
a Tuma e quindi formaggio, in ultimo ricotta calda con siero
“ZABBINA”
Convento:
Museo Civico
Visite guidate al museo civico Giuseppe Guarnieri
Spettacolo Opera dei Pupi;
Inoltre, sarà possibile degustare i dolci fatti in casa dalle nostre
massaie preparati secondo l’antica tradizione siciliana.
Ore 10.00:
Apertura degli Stand con le varie degustazioni
Area Espositiva Via Vittorio Emanuele
Apertura degli Stand con le varie degustazioni;
Ore 11.00:
Ore 15.00:
Escursioni guidate lungo i sentieri di Rocca di Sciara
Ore 12:00 e 16:00:
Visita alle più belle Chiese del Paese:
Attività Correlate
Visita al Centro Equitazione con i Pony per i più piccoli
Dalle ore 09.30:
Partenza da Piazza San Francesco ( Convento)
• Chiesa del Convento
• Chiesa Madre
• Chiesa della Badia (Santa Maria La Nova)

lunedì 24 aprile 2017

LIBRI: Troismi di Marie Darrieussecq - Guanda


Protagonista di questo romanzo è una giovane donna, impiegata in una profumeria. È una creatura che obbedisce soltanto al suo istinto e che con la massima naturalezza esegue gli scabrosi «servizi» che quotidianamente le vengono richiesti dai suoi clienti. Con questa stessa naturalezza accetta la straordinaria metamorfosi che lentamente ma inesorabilmente modifica il suo corpo: inizia a crescerle una mammella di troppo, la pelle si copre di peli ispidi e duri, le spunta una piccola coda a cavaturaccioli... si trasforma in una scrofa, in una troia. Provocatorio e seducente, Troismi è stato un clamoroso caso letterario in Francia e un best seller in tutta Europa: una storia feroce e scanzonata, sensuale e commovente, ironica ma anche tenera.

LIBRI: Scirocco di Romualdo Romano - Mondadori

la copertina vecchia, arancione sbiadito di un suo romanzo: “Scirocco”. Del 1950. “Nel pomeriggio si mise a soffiare lo scirocco. Il segnale lo diede la banderuola di ferro sul terrazzo di fronte al mio balcone: cigolava sempre, ma quando soffiava lo scirocco pareva impazzisse addirittura e il suo stridio esasperante penetrava nelle vene. Avevo pranzato di cattiva voglia ripensando all’appuntamento di mezzanotte. Sapevo che a quell’ora lo scirocco urlava forte e nessuno andava per le strade”. Il vento caldo e poi umido travolge il paese di Castagneto, dove un insegnante si muove indolente. L’agonia di una giovane nel suo letto sarà il lento metronomo del tempo che non passa ma si fa arido, fino a diventare sterpaglia che consuma ognuno. Nel sonnolento paese avviene un omicidio misterioso e un panificio sarà bruciato, tutto questo appena desta dal torpore gli abitanti di una Sicilia lontana dal mare. Il protagonista racconta questa immobilità di cui è parte, provando a scrivere un libro “ma non sapevo con precisione quel che avrei scritto”. La sua mano resta inespressa, come ciò che lo circonda. Il romanzo di Romualdo Romano ebbe il premio Hemingway, assai importante allora. Chissà che cosa è successo, poi, a questo scrittore di cui non c’è memoria o quasi. Il libro in una cosa esagera: l’uso eccessivo degli avverbi con suffisso in -ente, davvero troppi. Nessuno glielo ha fatto notare, sono assai fastidiosi dopo un po’. La sensualità che si trova nelle pagine è ferale, cupa, disperata, un tentativo di fermare l’uggia di quei giorni. “Intanto la noia non se n’andava e il libro rimaneva sempre al primo capitolo. Ne aveva colpa colpa la figlia dell’albergatrice: amavo lavorare di notte, e invece dovevo fare l’amore con quell’animale tremendo che aveva tutte le caratteristiche d’una spugna! Ma un giorno avrebbe cambiato alloggio, lo presentivo. Anche lì dalle fessure fischiava lo scirocco e faceva oscillare il lampadario”. Il sesso è una fame che chiama altra fame, non la sazia, non la conclude, l’allarga fino a provocare solchi ancora più profondi tra le donne e gli uomini. Finalmente ha cominciato a piovere. Il “Saturday review” scrisse sul romanzo di Romano, tradotto in sei lingue: “An accomplishment … which must have delighted Hemingway”. Scrittura stringata, asciutta, un referto medico da consegnare a chi non ha cure per guarire dalla vita. Sono tutti malati, gli abitanti di Castagneto, ombre in mezzo alle ombre, fantasmi che sbiadiscono perché per principio hanno la morte. Non ho molta voglia di vivere oggi, mi sento solo, in questa casa grandissima non succede mai nulla, proprio come nel paesino siciliano. Mi piace “Scirocco”, non dico sia una capolavoro, non lo è, però ha una malinconia atroce, di quelle che vorresti metterti a letto presto e aspettare che la vita passi per sempre. Anche questo libro, come tanti, è andato via, nessuno lo legge più, nessuno sa più niente di questo scrittore palermitano. La storia è una fossa comune dove vanno a finire tutti, ma alcuni restano più in fondo. Mi fanno male le mani per il freddo, la 2078 fifth avenue ha un gelo che non si trova altrove in città. Non sono mai stato in Sicilia, non so se ci andrò mai, non importa, ci si arriva con le parole, anche se non sono segnate su nessuna mappa geografica. L’isola raccontata da Romano è arsa dal sole come in certi racconti di Verga, la vita nelle sue pagine diventa un arbusto secco che si piega verso terra. Non c’è una storia che muova il romanzo, il plot, come si dice, è piuttosto un osso di seppia, un lichene messo ad essiccare sulla carta del libro. “A Castagneto osservavano scrupolosi l’oscuramento, nonostante l’assenza assoluta di qualsiasi pericolo. Anche in questo gli abitanti si adattavan supini, probabilmente senza domandarsene il perché. Esasperavano per quell’apatia congenita che, in segreto, si tramutava in fervore incredibile di maldicenza e di corruzione, ispirato quasi sempre da sentimenti cattivi e perversi. Sonnecchiavo di dentro, sebbene camminassi precipitando giù per il ripido acciottolato”. Non trovo più il libro di Romano, mi è caduto mentre entravo nel soggiorno invaso da ogni cianfrusaglia. Sarà un’impresa ritrovarlo in questo inferno di cose, mi manca la forza di farlo. Non lo cercherò, riposi in pace, almeno lui, visto che a me nessuna requie è concessa.

domenica 23 aprile 2017

23 / 25 aprile 2017 - Sagra del pecorino pepato nel Borgo Rurale di Franchetto a Castel di Iudica (CT).

L'ASSOCIAZIONA "APC OMADA" è lieta di invitarvi alla 22° Sagra Del Pecorino Pepato nel Borgo Rurale di Franchetto a Castel di Iudica (CT).

Programma:
23 aprile 2017
ore 9:30 : apertura sagra
" 10:00 : apertura stand gastronomici
" 11:00 : degustazione ricotta calda col siero
" 13:00 : pranzi a km 0
" 15:00 : balli in piazza “scuola di ballo free dance”
" 18:00 : dimostrazione arti marziali santà
" 20:30 : spettacolo di ballo e cabaret
24 aprile 2017
ore 10:00 : apertura stand gastronomici
" 11:00 : degustazione ricotta calda col siero
" 15:00 : escursione e visita didattica presso l'azienda Arena
" 17:00 : balli in piazza
" 21:00 : ballo e cabaret
25 aprile 2017
ore 9:30 : apertura stand gastronomici
" 10:30: degustazione ricotta calda col siero
" 12.30: arrivo nei locali della manifestazione di cavalli e cavalieri
“ 13:00: pranzi a km 0
" 14:30 : battesimo della sella
" 17:00: balli in piazza
" 20:00: saluti e ringraziamenti autorità
" 21:00 : spettacolo musicale e liscio in piazza

25 aprile 2017 - Basula FEST 2017 · Organizzato da Basula Fest - Parco di Cosentini, 95010 Santa Venerina

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
25 aprile al Parco di Cosentini. Santa Venerina (CT).
Divertiti con noi dell’Ass. Linera in Movimento in luogo fantastico, dove si incontrano arte e amicizia, musica e danza.
Uno spazio libero, aperto ad artisti e musicisti appassionati, per scambiare e sperimentare liberamente in un'atmosfera di festa.
L’ingresso è rigorosamente libero, chiediamo soltanto di consumare il nostro street food.
Zero file, zero, stress, qualità seria: sasizza, vino, birra, ciciri, insalate e dolci delle mamme. Tutto rigorosamente genuino, tutto a prezzi popolari.
Quest’anno siamo all’edizione numero 14. Quest'anno puntiamo su maggiori attrazioni per i bimbi e sulla giocoleria di strada con uno spettacolo degno dei migliori buskers festival.
Si inizia alle 10 con il solito mercatino dell’artigianato, con gli aquiloni e con il basula dei bimbi che durerà fino alle 17 circa.
Dalle 15 alle 19 Radio Zammù e Radio Lab cureranno la diffusione musicale e trasmetteranno live dal Parco di Cosentini.
Nel tardo pomeriggio, alle 19, i Figli dell’Officina, band folk rock popolare, apriranno la parte finale della giornata ed alle 21 i Matrimia ci porteranno nel loro universo multietnico fatto di sonorità balcaniche e sperimentazioni.
A seguire DJ AJDE.
..poi numerose altre attrazioni come le foto di Michele Alì, le Marionette di Ezio Scandurra, le pitture di Tiziana Musmeci, la danza di Lucia Zahara sui ritmi ancestrali di Enrico Grassi Bertazzi.

www.basula.it
www.basula.it/partecipa-anche-tu

25 aprile 2017 - Sagra del Carciofo a Cerda


sabato 22 aprile 2017

Sabato 22 Aprile, nell'ambito de La Via dei Librai | II edizione, The Daggs si esibiranno dal vivo nella Chiesa di San Giovanni Decollato (a pochi passi dalla Cattedrale) in una inedita formazione "quasi unplugged" con il violino di Rosa Alongi.

L'immagine può contenere: sMS
Sabato 22 Aprile, nell'ambito de La Via dei Librai | II edizione, The Daggs si esibiranno dal vivo nella Chiesa di San Giovanni Decollato (a pochi passi dalla Cattedrale) in una inedita formazione "quasi unplugged" con il violino di Rosa Alongi.
In scaletta brani inediti e nuovi arrangiamenti di canzoni della tradizione arbëreshe.

Giorgio Fusco - voce
Saverio Guzzetta - chitarre, voce
Rosa Alongi - violino
Dario Scuderi - chitarre
Giorgio Ciulla - basso elettrico

Ad aprire la serata, il repertorio del cantautorato country di Umberto Orlando.

22 / 23 aprile 2017 - La Via dei Librai | II edizione · Organizzato da Associazione Cassaro Alto, Caffè letterari en plein air, incontri con gli autori, letture ad alta voce, attività culturali rivolte alla promozione dei libri e della lettura. a Palermo

L'immagine può contenere: sMS

Chagall a Noto insieme a Missoni fra Sogno e Colore - Chagall a Noto, i colori del maestro francese esposti insieme ai lavori cromatici di missoni per una mostra dal titolo Sogno e Colore.

Chagall a Noto arriva per un periodo molto lungo, dal 14 aprile al primo di ottobre 2017. Un’occasione per poter gustare una delle più belle città del barocco siciliano, all’interno dei siti Unesco di Sicilia.

Marc Chagall, Ottavio Missoni Sogno e Colore è a cura di Luca Missoni ed è ospitata presso l’ex convitto Ragusa di Noto.

Chagall a Noto arriva con un grande olio del 1960 dal titolo Les Amoureux sur fond jaune, oltre 100 acqueforti dal ciclo della Bibbia e la coloratissima serie di Litographie I.

Di Missoni, invece, all’interno della mostra sono esposti gli studi cromatici e compositivi realizzati a partire dai primi anni Settanta, i quadri tessili e i suoi celebri Arazzi patchwork di tessuti a maglia tra i quali il più grande da lui creato.
Chagall a Noto insieme ai colori di Missoni: Sogno e Colore

All’interno della mostra quadri e arazzi, tela e tessuto, dipinti e maglia. “Due maestri del colore – leggiamo nel comunicato stampa di presentazione – due uomini che vissero il “secolo breve” e le sue rivoluzioni, due artisti che non si sono mai incontrati se non in questa mostra, attraverso le loro opere. E qui si parlano, in un dialogo tra sogno e colore”.

L’esposizione, che ha già incuriosito la critica nazionale durante la sua prima tappa in Lombardia, arriva a Noto arricchita con diverse opere – tra cui un grande dipinto a olio – e nuove installazioni.

Noto rivela così la sua forza onirica e si dimostra il luogo perfetto di questo sogno che rimanda al titolo della mostra che porta Chagall a Noto.

“Questo aspetto – continua la nota stampa – lo ritroviamo già nel pensiero di uno dei più grandi critci d’arte del nostro Paese: Cesare Brandi, il quale scrive durante il suo viaggio in Sicilia: «Chi va a Noto, niente potrà chiedere di più alle iperboree visioni del sogno».

Una grande occasione, questa mostra, per riportare in scena le atmosfere che questi due grandi artisti hanno indagato con il loro lavoro: in Chagall il sogno e la favola; in Missoni il colore e la magia.
Chagall a Noto con Missoni, Info utili per la mostra Sogno e Colore

La mostra di Chagall a Noto prevede anche manifestazioni artistiche collaterali, tra cui suggestive proiezioni luminose, una giara gigante ornata da un mosaico multicolore e un grande coloratissimo gomitolo posto nel cuore del centro storico, come a riprendere la leggenda di Dedalo e Icaro.

L’ ex Convitto Ragusa diventerà il Museo della Città di Noto  e ospiterà nei prossimi mesi altri eventi.

Marc Chagall, Ottavio Missoni: Sogno e Colore

Sede
Ex Convitto Ragusa
Corso Vittorio Emanuele 91, Noto
14 aprile – 1 ottobre 2017

Orari mostra

APRILE – MAGGIO
da Lunedì a Venerdì 10:00 > 20:00
Sabato e Domenica 10:00 > 24:00

GIUGNO – LUGLIO – AGOSTO
da Lunedì a Domenica 10:00>24:00

SETTEMBRE
da Lunedì a Venerdì 10:00 > 20:00
Sabato e Domenica 10:00 > 24:00

Biglietto
(L’Audioguida in italiano e in inglese è inclusa
nel costo del biglietto)
intero 12€ – ridotto 8€
residenti e universitari 7€ – ridotto scuole 4 €
fonte: http://siciliaweekend.info

Adrano il ponte dei saraceni e il convento di Santa Lucia - Adrano con il ponte dei saraceni, il convento di Santa Lucia e la città del Mendolito incanta in ognuno dei suoi angoli.

Una storia millenaria per un mix di luoghi di grande interesse naturalistico e culturale che sembrano essere perfetti nel loro insieme.
Il paese di Adrano è infatti custode di testimonianze di epoche antiche, di una città millenaria, quella del Mandolino, e di testimonianze significative delle dominazioni che si sono succedute in Sicilia.
Il suo simbolo, per le suggestioni che suscita all’interno dell’ambiente naturale in cui è stato eretto, è il ponte dei saraceni. Una costruzione fra le più importanti del medioevo in Sicilia e che sembra affondare le proprie fondamenta in epoche più lontane.

Adrano e il ponte dei saraceni

Già ai tempi del Mandolino, una città risalente al V secolo avanti Cristo, sembra esistesse un passaggio che serviva ad attraversare il fiume Simeto e a giungere alla piana di Catania.
Il ponte, costruito in epoca romana è poi stato “restaurato” dagli arabi che ne diedero anche la struttura tipica delle costruzioni islamiche. Un gioiello davvero unico.
L’area è quella delle Forre laviche del Simeto, gole profonde da 5 a 15 metri scavate dall’acqua sulle colate laviche dell’Etna.
Di Adrano occorre anche parlare di un monastero, intitolato a Santa Lucia, risalente al 1200 e voluto dalla contessa Adelasia per accogliere fanciulle in povertà.

Adrano, il pdf della guida Sicilia 390

Un castello, quello della Solicchiata e altre bellissime chiese completano il quadro del paese di Adrano, città che guarda l’Etna e che per la sua posizione è anche un buon punto per esplorare la piana di Catania, l’Etna ma anche i vicini comuni del territorio di Enna che confina con quello di Catania.
Anche ad Adrano abbiamo dedicato una pagina in pdf del paese all’interno del progetto sui comuni di Sicilia da titolo Sicilia 390.
A precederlo, in ordine alfabetico, è stato il comune di Acquedolci.
fonte: http://siciliaweekend.info

Cammino dei santuari sulle Madonie, fra borghi medievali e natura selvaggia - Il cammino dei santuari sulle Madonie è il perfetto punto di incontro per chi vuole vivere l’esperienza della natura e della spiritualità senza allontanarsi troppo da meravigliosi borghi medievali

Da Petralia a Gibilmanna, questo è certamente uno dei percorsi più ricchi e completi che la Sicilia possa offrire. Si passa infatti da scorci panoramici che vi portano davanti al mare, come in un balcone, e poi sulle vette che sfiorano i duemila metri d’altezza, dove c’è uno dei santuari mariani più alto d’Europa.
Il cammino dei santuari sulle Madonie mischia insieme diversità naturali, storie e tradizioni differenti ed anche la possibilità di vivere da vicino luoghi che sembrano essere rimasti intatti negli anni.
Se la natura che fa parte di questo cammino viene tutelata dall’Unesco come geopark, i paesi rispondono con borghi più belli d’Italia, come Gangi, e bandiere arancione, come Petralia Sottana.

Cammino dei santuari sulle Madonie

“Abbiamo unito, in un’unico cammino, gli antichi sentieri dei pellegrini, collegando tutti i santuari delle Madonie – raccontano gli ideatori di Madonie Outdoor Giovanni Nicolosi e Vincenzo Scavuzzo”.
Il cammino dei santuari sulle Madonie, partendo dalle quote più basse della zona sud del comprensorio Madonita, attraversano le campagne ricche di coltivazioni, di piccoli allevamenti di bestiame  e di storia (ipogei risalenti a 2000 anni  a.c., villa con terme romane, mulino ad acqua), fino a raggiungere il santuario Mariano più alto d’ Europa e le alte quote del Parco delle Madonie, da dove osserverete tutte le montagne siciliane e il mare”.
Durante il cammino starete a contatto con gli Abies Nebrodensis che fanno parte dei percorsi di trek più belli di Sicilia e conosciuti come alberi preistorici. Incontrerete anche i frassini, da cui ancora oggi si ricava a mano la manna.

Le informazioni utili sul Cammino dei Santuari sulle Madonie

Il cammino dei santuari sulle Madonie si svolge in quattro giorni. Il percorso si può affrontare sia in estate che in inverno e questo rende il cammino ancora più interessante perché cambiano completamente gli scenari a seconda delle stagioni.
Si parte da Gangi ed in particolare dal santuario dello Spirito Santo per giungere sino al santuario della Madonna dell’Olio, nei pressi di Petralia Soprana, un luogo in cui d’estate i giochi di luce sono particolarmente affascinanti.
Il secondo giorno zaino in spalla per giungere uno dei santuari mariani più alti d’Europa, quello della Madonna dell’Alto. Un luogo unico, popolato dalle coccinelle, che incanterà i camminatori.
Il terzo giorno ci si muove in direzione Piano Battaglia per visitare la piccola chiesetta della Madonna delle Nevi.
Infine, il quarto ed ultimo giorno del cammino dei santuari sulle Madonie si scende di quota  sino al santuario della Madonna di Gibilmanna, nei pressi della città di Cefalù, presso la quale potreste pensare di pernottare alla fine del pellegrinaggio.
Per informazioni e prenotazioni potete chiama chiamare la guida  Vincenzo Scavuzzo +39 347 3237734  oppure scrivere a info@madonieoutdoor.it.
Sul sito di Madonie outdoor tutte le date e i dettagli del programma delle singole edizioni.

Megaliti dell’Argimusco e Bosco di Malabotta, il percorso di trek - Megaliti dell’Argimusco e bosco di Malabotta sono un luogo di magia per ogni escursionista. La bellezza del paesaggio, l’incredibile storia legata alla Stonehenege di Sicilia e all’archeoastronomia fanno di questo luogo una tappa obbligata durante un viaggio naturalistico in Sicilia.

Nel progetto sugli itinerari di Trekking in Sicilia dedichiamo anche una in pdf al percorso dei Megaliti dell’Argimusco ed al bosco di Malabotta.
Siamo in provincia di Messina, a due passi dal comune di Montalbano Elicona, che è anche borgo più bello d’Italia. Il paese medievale ed il suo castello sono assolutamente da vedere se sisceglie di visitare l’area e partecipare ad un’escursione nel bosco o fra i megaliti.

Megaliti dell’Argimusco e bosco di Malabotta, l’itinerario

Megaliti dell’Argimusco e bosco di Malabotta, ecco gli itinerari.
Quello sull’altipiano dell’Argimusco è un percorso semplice e adatto a tutti. Ci si muove attorno a quelle che sono considerate vere e proprie opere d’arte megalitiche.
Riti propiziatori e di iniziazione si perpetravano in questi luoghi secoli e secoli fa. L’aquila che domina tutti i megaliti è un vero spettacolo di cui ci si chiede continuamente come sia possibile che l’uomo abbia potuto produrre tale bellezza con la pietra.
Il bosco di Malabotta, invece, è uno degli ultimi polmoni verdi “naturali” di Sicilia. Tanti sono i sentieri per muoversi al suo interno.
Tra i più affascinanti c’è il sentiero dei Patriarchi, un percorso di trek ad anello di circa 11 chilometri che vi porterà alla scoperta dei luoghi, della fauna e della flora più interessante dell’area.

Megaliti dell’Argimusco e bosco di Malabotta, info utili

Il percorso dei Megaliti dell’Argimusco è facile e adatto a tutti, quello del bosco di Malabotta richiede un minimo di allenamento. La visita è piacevole in qualsiasi periodo dell’anno.
Se preferite camminare con una guida esperta che può raccontarvi al meglio le cose da vedere, quello dei Megaliti dell’Argimusco e bosco di Malabotta è un itinerario proposto dalla guida escursionistica Aigae Nicola D’Amico. Trovate i contatti all’interno del pdf.
fonte: http://siciliaweekend.info

25 aprile e 1 maggio in Sicilia 2017 all’insegna della natura e dei cammini - in Sicilia cadono a pennello per poter organizzare gite fuori porta o vere e proprie vacanze. Ecco allora una breve panoramica con alcune delle cose più interessanti del 2017.


Diversi anche i weekend all’insegna della natura per un 25 aprile e 1 maggio in Scilia davvero entusiasmante.
Tra le cose di cui parleremo c’è un bel weekend fra i boschi di Caronia, una capatina alle Eolie, ma anche la possibilità di visitare le Gole di Tiberio o dedicarsi al trekking dei santuari delle Madonie, o l’ormai famosissimo Trekking del Santo di Alcara Li Fusi.
Andiamo in ordine per non confondervi le idee.

25 aprile e 1 maggio in Sicilia, gli appuntamenti del 2017

Eccoci allora ad alcuni degli appuntamenti di viaggio che potreste prendere in considerazione per il 25 aprile e 1 maggio in Sicilia.
Partiamo dai Nebrodi, dove l’associazione che porta lo stesso nome dei monti e che gestisce il mulino di Caronia, ha organizzato una due giorni a cavallo del 25 aprile ricca di trekking e insieme di spunti legati alla storia, la spiritualità ed anche l’artigianato e le eccellenze gastronomiche del comprensorio.
Scoprirete la meravigliosa sughereta di Monte Pagano, visiterete il Santuario del Letto Santo a due passi da Santo Stefano di Camastra, per poi concludere con la visita ad un laghetto nascosto e suggestivo. Iscrizioni ed informazioni: info@inebrodi.it. 320/5656912 (Ninni Oieni) – 328/4751460 (Giovanni Farina).
Oltre alle date secche ecco tante possibilità a cavallo delle due giornate di festa nazionale.
Fra queste ci sono le Eolie, l’Etna, le cave delle coste orientali baciate dal barocco ed anche un food and  wine bike weekend. Si tratta di alcune delle possibilità offerte dalla compagnia Trippuzzle che, quest’anno, ha inserito fra le possibilità anche quella di esplorare le Eolie in bicicletta, senza trascurare un delizioso wine tour fra le vigne che regalano dell’ottima malvasia. Info: Gabriella Costa 338 4898077.
Tra 25 aprile e 1 maggio in Sicilia c’è anche una delle tappe più interessanti per gli escursionisti: il Trekking del Santo. Si tratta del cammino che fece San Nicolò Politi da Adrano sino ad Alcara Li Fusi.
Entrambi i paesi sono si una bellezza spaventosa ed in mezzo c’è questo trekking del Santo guidato dall’Aquila. Si narra infatti che sia stato proprio un rapace ad accompagnare l’uomo durante il cammino spirituale.
Non a caso Alcara Li Fusi, oltre ad essere la casa dei grifoni, è anche quella dell’aquila reale. Il trekking del Santo è organizzato da Vaicoltrekking Sicilia e Attilio Caldarera. Info Attilio Caldarera 349 7362863 – o via mail attiliocaldarera@gmail.com.
Di cammino in cammino, perché sulle Madonie, negli stessi giorni è in programma il cammino dei santuari Madoniti. Un mix fra vette e borghi, passando per il mare.
Toccherete infatti uno dei santuari più alti d’Europa, quello della Madonna dell’Alto e poi scenderete giù sino a Gibilmanna, proprio a due passi dale acque di Cefalù. Ad organizzare ci pensano le guide di Madonie Outdoor. Info Vincenzo Scavuzzo +39 347 3237734, info@madonieoutdoor.it.

25 aprile e 1 maggio in Sicilia, altri appunti di viaggio

Delle possibilità fra il 25 aprile e 1 maggio in Sicilia non abbiamo ancora finito di Parlare.
Dobbiamo citare nuovamente le Eolie, questa volta Salina e Filicudi in particolare. Lì si ripeterà un weekend fra i tramonti e le vigne. Un weekend ideato da Walking Eolie & Sicily che vi porterà all’essenza delle bellezze che davvero contano in un viaggio: lo star bene, il buon cibo e panorami indimenticabili. Info Giusi Murabito 3496419964.
Infine parliamo dlle Gole di Tiberio. Le abbiamo citate a inizio articolo e anche loro sono una meta perfetta per passare una giornata diversa all’insegna della bellezza della natura.
In più, per chi volesse, a prescindere dalla visita alle gole è aperta un’area attrezzata per poter riempire la pancia con una grigliata che mai non guasta.
fonte: http://siciliaweekend.info

Trekking del Santo, in Sicilia come a Santiago - Non chiamatelo soltanto trekking. Quello del “Santo” è il primo dei cammini sacri di Sicilia, proprio come quello di Santiago de Compostela. Un itinerario unico ed emozionante che dalle pendici dell’Etna giunge sino ad Alcara Li Fusi, nel cuore dei Nebrodi. Un cammino da vivere in prima persone.

cccccccccccccccccccccccccccccFu Nicolò Politi, il patrono di Alcara Li Fusi, il paese dei grifoni e del muzzuni, a percorrere per primo questa strada che da Adrano giunge sin qui. Fu il suo cammino spirituale.
Si dice che San Nicolò Politi, durante il suo cammino sia stato guidato da un’aquila, quella che forse ancora oggi nidifica nella vicinissima e spettacolare Grotta del Lauro. Si narra anche che ove posasse il suo bastone, nascessero sorgenti d’acqua e vegetazione lussureggiante. La stessa che ancora oggi è possibile vedere lungo il trekking.

Il Trekking del Santo

Oggi è possibile rivivere lo stesso percorso affrontato da San Nicolò Politi. Le Vie Sacre di Sicilia sono infatti aperte ai trekking che mischiano anche spiritualità.
E’ Attilio Caldarera, una guida escursionistica, ad avere creato questo percorso e ad averne segnato I passi, come si fosse a Santiago de Compostela. E il suo è uno di quei percorsi adatti a chi ha a cuore la natura. E’ uno di quei tracciati in cui non bastano le gambe per essere affrontati.
I tre giorni di cammino necessitano di allenamento e forza di volontà. Le fatiche saranno infatti ripagate dalla bellezza dei paesaggi, dagli incontri e dalle parole che si scambiano durante il cammino.
E proprio per ricordare dove siete arrivati e quale è stato il vostro percorso, ci sono delle piccole stampe che segnano il vostro passaggio. Una volta arrivati in paese, un’insegna nella piazza principale vi accoglierà come le braccia di una mamma.

Trekking del Santo, informazioni utili

Per affrontare il Trekking del Santo occorre contattare la guida Attilio Caldarera ai seguenti recapiti : 349 7362863 – o via mail attiliocaldarera@gmail.com
fonte: http://siciliaweekend.info

30 aprile - Calatafimi in Festa

Un eccezionale ponte del primo maggio a Calatafimi Segesta, un evento che vedrà protagoniste tante eccellenze, in un territorio che custodisce innumerevoli punti di interesse turistico. “Calatafimi in Festa” dà ai visitatori la possibilità di ammirare domenica 30 aprile il festival bandistico “Terre di Sicilia”, un tour promosso dalla regione siciliana che tocca le mete turistiche più rinomate dell’isola; a seguire una straordinaria sfilata di maschere, le più belle d’Italia, i meravigliosi costumi di Misterbianco che invaderanno il centro storico della città per stupire i visitatori; il tutto in un contesto arricchito da svariate performance artistiche/musicali, il mercatino dell’artigianato ed una ricca degustazione di prodotti tipici del territorio. Per il lunedì (1 maggio) le tante attrazioni turistiche che offre l’agro segestano renderanno la vostra permanenza indimenticabile, oltre al parco archeologico di Segesta infatti sarà possibile visitare luoghi unici, sia sotto l’aspetto storico/culturale che naturalistico: il monumento ai caduti di Pianto Romano in ricordo della battaglia dell’unità d’Italia, la sughereta di Angimbè, le terme naturali segestane, il castello Eufemio e l’itinerario dei vicoli. Calatafimi Segesta per scoprire la Sicilia in tutte le sue sfumature.

Programma
ore 11.00 Concerto bandistico presso il Parco archeologico di Segesta
ore 15.30 Sfilata bande musicali - centro storico di Calatafimi Segesta
ore 17.30 Sfilata dei costumi di Misterbianco - centro storico di Calatafimi Segesta
dalle ore 19.30 Animazione artistica/musicale e degustazioni - centro storico di Calatafimi Segesta

Ingresso gratuito
Posteggio auto/moto gratuito
Area sosta camper gratuita
Evento accessibile ai diversamente abili e mamme con passeggini

Come arrivare:
uscita A29 Segesta, direzione Calatafimi Segesta

Info: cell. 331 9749366 - @ segestanelsogno@gmail.com

organizzatore: associazione “Segesta nel Sogno”

venerdì 21 aprile 2017

Acquedolci del mare e della grotta preistorica di San Teodoro - Acquedolci. Un centro che si affaccia sulla bellissima costa tirrenica non poteva avere altro nome in riferimento alle sue zone balneari. Ed è proprio il mare, insieme alla grotta di San Teodoro, il simbolo di questo piccolo centro costiero

Questo paese è il simbolo di una rinascita. Inizialmente era infatti solo una frazione marina della vicina San Fratello. Il terremoto che colpì il paese nel 1922 spinse la gente a costruire intorno al nucleo del borgo. Così, nel 1969, il centro divenne un comune autonomo.
Un centro giovanissimo ma che affonda le sue radici nella preistoria. Si trova infatti a due passi dal paese la famosa grotta di San Teodoro. Si tratta della cavità in cui è stata ritrovata Thea, ovvero il primo ritrovamento umano in Sicilia.

Acquedolci e la grotta di Thea

Lo scheletro della donna ritrovata all’interno della grotta di San Teodoro è di circa 30 anni ed è conservato e visitabile all’interno del museo Gemmellaro di Palermo.
Si tratta del primo ritrovamento in Sicilia, la donna era alta circa 1,65 m e all’interno del museo che ne ospita i resti è stata creata anche la possibile ricostruzione di quello che poteva essere il viso della donna preistorica.
La Grotta di San Teodoro fu abitata dall’uomo in un lasso di tempo che si muove all’incirca tra i 12.000 e gli 8.000 anni avanti Cristo, ovvero l’ultimo periodo del Paleolitico Superiore.
In questa grotta è condensata buona parte della Storia dell’intera Sicilia. I numerosi ritrovamenti ne fanno infatti una sorta di museo a cielo aperto che racconta il susseguirsi delle ere dell’Isola.
Di Acquedolci, poi, ricordiamo, insieme al vecchio borgo marinaro, anche i ruderi di un castello segno dell’antico splendore della località.

Acquedolci, il pdf della guida Sicilia 390

Il centro di Acquedolci, in ordine alfabetico, è l’ottavo comune di Sicilia, a precederlo è il paese di Acquaviva Platani.
Nell’ambito del progetto sui comuni di Sicilia abbiamo dedicato anche ad Acquedolci una pagina in pdf da poter scaricare gratuitamente.
fonte: http://siciliaweekend.info

giovedì 20 aprile 2017

23 aprile - Escursione Naturalistica: alla scoperta di Monte Cofano Dom 8:30 · Riserva Naturale Orientata di Monte Cofano

Pachamama Factory vi invita alla scoperta della riserva naturale di Monte Cofano. L'escursione è volta alla scoperta, osservazione e conoscenza della flora presente nonchè al benessere di camminare in luoghi naturali ancora poco antropizzati. La passeggiata naturalistica attraverserà il sentiero più semplice che parte da baia Buguto (Cornino) e arriverà nella baia di Macari. L'escursione impegnerà quasi tutta la giornata, dunque si prevede un pranzo a sacco. La partenza è prevista da Marsala (PORTA NUOVA) ore 8:30 Per facilitare l'organizzazione del viaggio e della stessa giornata, è gradita la vosta conferma in anticipo. Per maggiore informazioni mandare un messaggio privato attraverso la pagina FB, o all'interno della "discussione evento" oppure attraverso l'email: info@pachamamafactory.com

23 aprile - Il piacere della bellezza, passeggiata ecologica Dom 16:30 · Campeggio La Palma · Menfi, Sicilia

Il punto di partenza sarà il campeggio la palma, obbligo per tutti i partecipanti di utilizzare degli stivali o scarpe adatte Descrizione: Una splendida giornata dedicata alla scoperta della flora e fauna costiera locale, in oltre parleremo del pesce, stagionalità, taglie minime, e tanto altro ancora! Un evento in collaborazione con i camminatori di menfi. AVVERTENZE! •Potranno partecipare soltanto coloro che saranno con scarpe da trekking e abbigliato adatto. •Il WWF O.A Sicilia Area Mediterranea - Menfi si toglie da qualunque responsabilità civile o penale in caso di infortuni. •La camminata sarà svolta in sentieri non battuti, quindi si potrebbero trovare impedimenti di origine vegetale

22 aprile - Sagra del Carciofo Castelvetrano Sab 17:00 · Sistema Delle Piazze · Castelvetrano,

Sagra del carciofo. Stand enogastronomici, gonfiabili per bambini, musica in piazza. Carciofi arrostiti - Sushi al carciofo - Tabulè al carciofo - frittate - sfince - Rasolio al carciofo - Pane nero di Castelvetrano - Vino

23 aprile - Giornata del Libro e del Diritto d'Autore Dom 10:30 · Comune di Alcamo · Alcamo, Sicilia

Alcamo vive la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore nella splendida cornice del Complesso monumentale del Collegio dei Gesuiti. Laboratorio di lettura multisensoriale per bambini,incontro con gli autori, percorso di lettura musicato, mostra dal titolo "Di che TIPO sei" in Biblioteca Civica e al Centro Studi Don Rizzo

23 aprile - Sempre più in alto 2.0 - raduno sui sentieri di monte Cammarata Dom 8:00 · Comune San Giovanni Gemini ·

La a.s.d. TREKK BIKE di San Giovanni Gemini - Cammarata, in collaborazione con l’ente di promozione sportiva ACSI Ciclismo, organizza la 2ª edizione “Sempre più in alto 2.0, raduno in mtb verso la cima del monte Cammarata” manifestazione NON agonistica in mountain bike sui sentieri della magnifica r.n.o. monte Cammarata. La manifestazione ha carattere ricreativo – escursionistico non competitivo ed è aperto a tutte le bikers e i bikers di ogni età; Il percorso permetterà, a tutti i partecipanti, di pedalare all'interno della riserva Monte Cammarata e di scoprire alcuni degli angoli naturalistici più belli, più affascinanti, più emozionanti dei Monti Sicani. Quest’anno la Trekk Bike, oltre agli escursionisti, ha voluto dare risalto alle capacità e resistenza degli agonisti tracciando, lungo il percorso del raduno, un "segmento Strava" grazie al quale, tutti coloro che vogliono misurarsi, possono provare a scalare la classifica e arrivare tra le prime 3 posizioni per poter vincere i 3 premi messi in palio; le caratteristiche del percorso sono le seguenti: • percorso: difficoltà media, lunghezza totale km 28, dislivello complessivo m 1.100, pendenza media 6,8% • segmento Strava: lunghezza km 4,5, dislivello m 300, pendenza media 6,7% Le ruote grasse dei partecipanti affronteranno un percorso, dopo un breve trasferimento su asfalto, che si snoderà lungo i sentieri più caratteristici e famosi di monte Cammarata: Filici, Ledera, Portella della Venere, Fontana di Rose, Ciccarello; le mtb affronteranno sterrati, strade bianche, single track, viottoli mulattiere, avvallamenti e percorsi pieni di fascino naturalistico tipico dei Monti Sicani; ci sarà modo di fare soste per poter ammirare lo spettacolo che la flora regala agli occhi dei fortunati bikers. Per gli accompagnatori è prevista una passeggiata escursionistica – trekking in uno degli angoli più caratteristici di monte Cammarata; la passeggiata sarà guidata da personale esperto della a.s.d. Trekk Bike. Il costo per partecipare alla manifestazione è € 10,00 per ogni biker, € 6,00 per ogni accompagnatore; per motivi organizzativi, entro le ore 12:00 di sabato 22 aprile, è gradita mail di adesione, oppure comunicazione ai contatti telefonici che troverete in fondo alla pagina. L’iscrizione alla manifestazione, sia dei bikers che degli accompagnatori, comprende inoltre: colazione (caffè, cornetto, the, torte varie), ristoro intermedio per i bikers (acqua, frutta), ristoro finale (pasta party, panino e salsiccia, bicchiere di birra, vino e acqua), estrazione premio finale, premiazione primi 3 bikers (maschili e femminili) della classifica Strava con premi della Bryton e Bollé. Si raccomandano: buona preparazione fisica, mountain bike in perfetto stato, casco omologato obbligatorio, kit riparazione, rispetto totale della natura e del codice della strada nei tratti di trasferimento. Programma: ore 8:00: ritrovo e colazione in piazza Martiri d’Ungheria (piazza mercato), S. Giov. Gemini ore 9:00: partenza della manifestazione ore 13:00: arrivo in piazza Martiri d’Ungheria (piazza mercato), S. Giov. Gemini e ristoro per tutti i bikers e gli accompagnatori. ore 14:30: premiazione segmento Strava dei primi 3 classificati e sorteggio dei premi per i partecipanti. Pacchetto convenzione B&B con l’Halykos Hotel di Cammarata (distante soli 300 m dal ritrovo del raduno), tel.0922/904296: € 30,00 a persona con inclusa l’iscrizione alla manifestazione. Email: trekk-bike@virgilio.it contatti tel.: Pasquale 328 7546375, Carmelo 327 2831505, Angelo 347 4818206, Giuseppe 389 6809587

22 aprile - Lezione gratuita di Camminata Sportiva Sab 15:00 · Il Parco Della Salute · Palermo, Sicilia

Lezione gratuita aperta a tutti di Camminata Sportiva condotta da Salvo Pantaleo e Franca Galeoto, istruttiori Nazionali di Camminata Sportiva. Viani a fare una prova gratuita Non ti costa nulla se non un ora del tuo tempo da dedicare a te stesso/stessa. Ci vediamo al Parco della Salute in abbigliamento comodo e scarpa da ginnastica.

23 aprile - Profumo di Mare, Affascinante giro a piedi nell'isola di Levanzo, la più piccola delle Egadi. Un escursione panoramica come poche ... nella stagione dove la natura contempla i suoi colori

Affascinante giro a piedi nell'isola di Levanzo, la più piccola delle Egadi. Un escursione panoramica come poche ... nella stagione dove la natura contempla i suoi colori. PROGRAMMA: - Ore 09,00 - Appuntamento al porto di Trapani (bliglietteria Liberty Lines. - Ore 09,45 - Partenza per Levanzo (ogni partecipante dovrà munirsi di biglietto di andata e ritorno ore 09,45 / 17,40 / 18,50 Liberty Lines). - Ore 10,25 - Arrivo a Levanzo. - Ore 10,45 - Inizio Escursione. - Ore 13,30 - Pranzo a Sacco. - Ore 14,30 - Ritorno. - Ore 16,00 - Sosta Relax al faraglione. - Ore 17,40 - Partenza per Trapani (arrivo ore 18,30). - Ore 18,50 - Partenza per Trapani (arrivo ore 19,15). * abbiamo inserito due orari di ritorno opzionali per chi preferisce andar via prima delle 18,50. EQUIPAGGIAMENTO: Pranzo a sacco (ogni parrecipante provvede al proprio), abbigliamento leggero con ricambio e una giubbino/felpa, cappellino, costume da bagno, scarpe da trekking o da ginnastica (con suole in buono stato), frutta, crema protettiva, 2 LT d'acqua, bastoncini. NOTE TECNICHE: - Punto di Partenza: 50 metri - Punto di Arrivo: 50 metri - Dislivello Massimo: 150 metri - Lunghezza Percorso: 10 km - Durata Escursione: 7 ore (compreso le soste) - Livello Difficoltà: "E" (Escursionisti) INFO: Ogni partecipante dovrà provvedere a munirsi del biglietto di andata (ore 09,40 Liberty Lines) e ritorno (ore 17,40 / 18,50 Liberty Lines), si consiglia vivamente di acquistare il biglietto con almeno un giorno/due di anticipo, poichè non garantiamo la disponibilità). I biglietti per l'aliscafo si possono acquistare direttamente presso la biglietteria della compagnia di navigazione "Liberty Lines" (al porto) oppure online sul seguente sito: http://www.libertylines.it Chi non dispone di biglietto non potrà prendere parte all'escursione, pertanto vi invito ad acquistarli sin da adesso, ricordandovi tratta ed orari: - Trapani > Levanzo (partenza ore 09,40) Liberty Lines - Levanzo > Trapani (partenza ore 17,40 / 18,50) Liberty Lines I partecipanti non saranno coperti da polizza assicurativa, pertanto I Sentieri di Gù, declina ogni eventuale responsabilità. Il contributo dell'escursione è di 5€ a persona. In caso di maltempo l'escursione verrà annullata (avvisandovi con due giorni di anticipo). Per Info e prenotazioni, scrivere o contattare il seguente numero telefonico/whatsapp: Cell. 347.7246713 (Memmo Gambina). Email: isentieridigu@infinito.it N.B: Verranno prese in considerazione solamente le prenotazioni effettuate via email, telefono (sms e whatsapp) e messaggio privato su facebook, pertanto non verrà preso in considerazione in alcun modo, il semplice "parteciperò" su facebook. Prenotare entro e non oltre Sabato 22 Aprile alle ore 21,00!!! Cordiali saluti, Mister Gù