giovedì 29 settembre 2016

LIBRI: Il cittadino scomodo, come difendersi dagli abusi dei pubblici poteri di Alberto Bertuzzi - Mondadori

La sovranità appartiene al popolo. In altre parole a tutti noi. Sono cose che si dicono. anzi che si scrivono. Soprattutto nella Costituzione. Non sempre, però, il cittadino sovrano viene trattato con la dovuta deferenza. Quiunque abbia avuto bisogno di un certificato, di una pensione ecc., ne converrà. Sappiamo in astratto che la sovranità appartiene al popolo, ma quasi tutti siamo intimanente persuasi che l'espressione abbia un senso nobilmente vago, forse allegorico. Alberto Bertuzzi no. Lui la prende alla lettera. Questa è la sua originalità. Questo volume racconta il ciclo epico delle imprese di Bertuzzi fino alla straordinaria (e esilarante) "Operazione Roma" que vide il Cittadino in persona convocare sette ministri per esaminare le loro competenze e la loro conoscenza della Costituzione. È un libro candido e aggressivo, garbato e talvolta autoironico: insieme, è un libro che vuole stimolare l'imitazione, dando a tutti i cittadini il gusto dell'autodifesa e dell'esercizio dei propri poteri.

martedì 27 settembre 2016

LIBRI: Le insalate super dimagranti - RIZA


Una guida per sperimentare gustose insalate come contorno o piatto unico per chi ama questo cibo rapido da preparare, sano e light.
Oltre 100 ricette di insalate sfiziose e leggere, che combinano verdure, cereali, pesce, spezie ed erbe aromatiche, realizzate seguendo le indicazioni di una sana e corretta alimentazione.
Non mancano tutte le informazioni utili per conoscere le proprietà disintossicanti, diuretiche e digestive delle diverse varietà di insalate presenti in commercio, dalla lattuga alla rucola. Imparerai a scegliere i giusti condimenti per arricchire questa preparazione senza pesare sulla linea e i corretti abbinamenti bruciagrassi.

venerdì 23 settembre 2016

LIBRI: Neppure un rigo in cronaca di Gino & Michele - Feltrinelli


Un bar nel cuore della Piazza. 1957-1958: si avvicina la grande illusione del boom. Nel cuore di Milano una storia con tutte le contraddizioni, le speranze, i sentimenti di una società in evoluzione. Silvio, immigrato napoletano, fa il maestro elementare; Claudio è giornalista in un quotidiano del pomeriggio; Gilberto gestisce una tabaccheria con sua moglie Loredana; Antonio è un piccolo malavitoso. Tutto comincia con un'iscrizione al "Musichiere". Fatto è che questa piccola e tranquilla comitiva di conoscenti da caffè si ritrova, quasi senza rendersene conto, coinvolta in una rapina in un appartamento nella nuovissima Torre Velasca, il primo grattacielo di Milano. E adesso cosa succederà?

giovedì 22 settembre 2016

LIBRI: Gli arancini di Montalbano di Andrea Camilleri - Mondadori


Un mese con Montalbano è una raccolta di trenta racconti di Andrea Camilleri, pubblicata per la prima volta nel 1998 dalla Arnoldo Mondadori Editore.
Il titolo si collega al numero di racconti, che coinvolgerebbero il lettore per un mese esatto, leggendo un racconto ogni giorno, come afferma lo stesso autore nella nota conclusiva. Sempre a detta dello scrittore, la serie è stata realizzata in poco più di un anno e due mesi, fra il 1º dicembre 1996 ed il 30 gennaio 1998. Gran parte dei racconti sono inediti, mentre altri sono stati pubblicati precedentemente in alcune riviste locali.

mercoledì 21 settembre 2016

LIBRI: Un mese con Montalbano di Andrea Camilleri - Mondadori


Un mese con Montalbano è una raccolta di trenta racconti di Andrea Camilleri, pubblicata per la prima volta nel 1998 dalla Arnoldo Mondadori Editore.
Il titolo si collega al numero di racconti, che coinvolgerebbero il lettore per un mese esatto, leggendo un racconto ogni giorno, come afferma lo stesso autore nella nota conclusiva. Sempre a detta dello scrittore, la serie è stata realizzata in poco più di un anno e due mesi, fra il 1º dicembre 1996 ed il 30 gennaio 1998. Gran parte dei racconti sono inediti, mentre altri sono stati pubblicati precedentemente in alcune riviste locali.

martedì 20 settembre 2016

VIDEO: "Equilibrio interiore" di Pietro Pitarresi



Il corpo è mezzo di comunicazione dell'anima che riconosce il senso della Via. Le barriere architettoniche che supero in questo video sono la rappresentazione metaforica degli ostacoli che il mondo presenta ogni giorno.
Affronto tematiche particolari tra cui la consapevolezza di un ambiente vulnerabile e ostile ove convivo accettandone i rischi in ogni istante attraverso l'equilibrio interiore.
Un'altra tematica particolare è la rappresentazione di ogni singola scena realizzata appunto da me; volendo descriverne l'origine, dando anche un lato significativo della mia.

Regia; Scenografia; Coreografia Parkour; Monologo scritto e interpretato; Riprese e Montaggio - Pietro Pitarresi.

Location:
Città di Palermo;
Addaura (PA);
Isola delle Femmine (PA).

Attrezzatura:
Canon 7D con obiettivi Canon EF 50 mm f/1.8 II & Canon EF-S 10-18 mm f/4.5-5.6 IS STM Lens;
GoPro Hero 3 Plus Black Edition.

VIDEO: "Bellezza interiore" di Pietro Pitarresi (Parkour and Martial Arts of Pietro Pitarresi)


martedì 13 settembre 2016

LIBRI: Il viaggiatore notturno di Maurizio Maggiani - Feltrinelli

"Il viaggiatore notturno" è un romanzo raccontato dal protagonista, che svolge le azioni in prima persona. Egli è uno specialista di migrazioni animali, in particolare di rondini; andato nel cuore del deserto sahariano, nell'Hoggar, insieme ad una squadra di uomini stipendiati per quella spedizione, si lascia contaminare da questo mondo, totalmente diverso da tutto il resto che egli aveva visto nella sua vita. Qui vive il popolo dei Tagil, dal quale egli impara molto, sia dal modo di vivere che dai racconti cantati dal vecchio saggio del gruppo. In un luogo dove tutto è roccia, dove il pasto è una pagnotta secca e tutto ciò che non è sabbia sono poche vecchie costruzioni, il modo di vivere varia completamente; attendendo la pioggia speranzoso di una migrazione temporanea di rondini egli inizia a raccontare al suo aiutante cosa accade nel mondo, in particolare nella zona del Caucaso e dell'est Europa, straziata dalle guerre. Questa storia nella storia occupa gran parte della narrazione e descrive sapientemente quei luoghi, cosi distanti dall'Hoggar e dai Tagil. In particolare non viene solo descritta geograficamente l'area e gli avvenimenti accaduti secondo una visuale oggettiva bensì si parla di queste zone secondo la visuale della gente che ci vive: le molteplici culture tutte a contatto e spesso in conflitto, si descrivono i luoghi visti dalla gente che ci abita da generazioni; qui i fatti trascendono nell'immaginazione dell'autore, egli alterna parti descrittive degli eventi a spiegazioni del tutto vagheggiate. Si narra del passato, quando aveva l'incarico di studiare le migrazioni degli orsi in Bosnia a causa della guerra civile e di come per raggiungere quel luogo aveva viaggiato sul camion del commerciante armeno, il quale parlava sempre raccontando molte storie riguardanti i luoghi circostanti. Si narra del popolo dei kubaci, i quali vivono distaccati da tutto il resto del mondo (nonostante siano situati al centro dell'est Europa) e della Perfetta, una delle governanti di questo singolare popolo, la quale cammina verso est con solo una borsa di nylon e vestiti del tempo dei Soviet. Questo libro, che privilegia i sentimenti ed i pensieri dell'uomo più che i fatti accaduti è una finestra sul secolo passato, che esalta lo spirito e di ogni luogo descritto ne racconta la vita degli uomini, sullo sfondo del contesto storico e culturale del paesaggio.

lunedì 5 settembre 2016

LIBRI: La Metamorfosi di Franz Kafka - La biblioteca Ideale Tascabile


Incastonando uno straordinario equilibrio di grottesco e oggettivo, di concreto e assurdo, in un impianto stilistico sopraffino, Kafka è riuscito a creare un capolavoro letterario senza tempo. La parabola di umiliazione suprema alla quale Gregor Samsa non può fare a meno di sottostare, dà sfogo ad un intrico di contraddizioni mai risolte e di vincoli insormontabili nel rantolo senza voce di un insetto; l'opressione e la repressione familiare, il legame di schiavitù civile col posto di lavoro, lo scontro silenzioso tra le tensioni individuali e i rigidi schemi di una società inesorabilmente vicina al collasso, rendono questo gioiello un'incredibile allegoria di ogni umana vicenda.

domenica 4 settembre 2016

LIBRI: Il Fochista di Franz Kafka - Il Melangolo

La storia inizia quando Karl Rossmann, un sedicenne, giunge in transatlantico al porto di New York, proprio davanti alla Statua della Libertà (la quale secondo Kafka non ha in mano una fiaccola, bensì una spada). Il ragazzo è stato inviato in America, da solo, dalla famiglia perché "una serva lo aveva sedotto" partorendogli poi un figlio: a seguito di questa relazione sessuale illecita viene così "cacciato" di casa.
Mentre è in procinto di scendere a terra, rammentatosi improvvisamente d'aver dimenticato l'ombrello sotto coperta, s'appresta a tornare indietro per recuperarlo: chiede ad un giovane uomo col quale aveva fatto una breve conoscenza durante il viaggio di far la guardia alla sua valigia mentre corre a prenderlo. Ma il ragazzo presto si perde lungo i corridoi interni della grande nave, fino a che non si trova a dover bussare ad una porta per chiedere indicazioni: un uomo gli apre e i due cominciano subito una 'strana' conversazione.
L'uomo inizia immediatamente a spiegare a Karl che è un fuochista che ha lavorato durante la traversata oceanica davanti alle caldaie della nave; ora però sta per essere licenziato, senza ch'egli abbia commesso alcuna mancanza od errore: il suo diretto superiore, difatti, un romeno di nome Schubal, ha una chiara preferenza nei confronti dei suoi connazionali e cerca pertanto d'assumere solamente rumeni, facendo licenziare quelli che non lo sono.